Disponibile un nuovo mini-sito che raccoglie la storia e i successi del lettura dei codici a barre in ambito retail e non solo

40 anni fa, il 26 giugno del 1974, è stato letto il primo codice a barre del pacchetto di gomme da masticare Wrigley’s presso il supermercato Marsh di Troy in Ohio. Si è trattato del primo impiego di quello che oggi è utilizzato 5 miliardi di volte ogni giorno: l’Universal Product Code (UPC). In occasione di questa speciale ricorrenza, Honeywell celebra l’anniversario della prima lettura di un codice a barre e festeggia il ruolo che la tecnologia ha ricoperto in ambito retail e non solo in questi anni.

Dall’invenzione del Codice39, ancora oggi uno dei codici a barre più utilizzati al mondo, all’introduzione di Aztec 2D impiegato nei biglietti aerei e ferroviari, l’azienda ha continuato a collaborare con clienti di tutto il mondo per fornire nuove innovazioni di lettura che aiutano a trasformare i processi di business. Referenze come AtralPool, LoBue Citrus, Nature’s Best e il Dipartimento di Polizia di San Jose sono solo alcuni degli esempi di società che hanno impiegato con successo le tecnologie di scansione di Honeywell per acquisire un vantaggio competitivo e migliorare le prestazioni.

[blockquote style=”4″]“40 anni fa non avrei mai immaginato che i codici a barre avrebbero avuto una tale importanza per i consumatori e per le attività di business in tutto il mondo”, dichiara H. Sprague Ackley, Senior Technologist di Honeywell Scanning & Mobility. “Dall’agevolare il flusso alle casse, alle scansioni in ospedale, al tracciamento del ciclo di vita di un prodotto, fino alle procedure di imbarco in aereo semplicemente utilizzando il cellulare, continuo ancora a stupirmi della potenza della tecnologia del codice a barre”.[/blockquote]

Leggi anche:  La Golf GTI TCR Concept: anteprima mondiale al GTI meeting Wörthersee

Honeywell Scanning & Mobility è orgogliosa di mettere a disposizione un ampio portafoglio di robusti lettori di codici a barre studiati per il mercato retail e per la supply chain in grado di catturare, processare e analizzare i dati dei codici a barre in tutto il mondo.
Per oltre 40 anni l’azienda ha sviluppato soluzioni innovative che rispondono alle crescenti richieste di molteplici mercati verticali, quali vendita al dettaglio, sanità, trasporto e logistica.

Il contributo di Honeywell al segmento AIDC (Automatic Identification and Data Capture) include le seguenti innovazioni, ma non solo:

• 1971: la prima stampante di codici a barre on-demand
• 1972: la prima penna per la lettura di codici a barre certificata
• 1974: l’invenzione del Codice 39, ancora uno dei codici a barre più utilizzati al mondo
• 1982:il primo lettore portatile con decoder integrato
• 1995: il primo lettore portatile di immagini 2D e l’introduzione del codice a barre Aztec
• 1996: il primo lettore portatile multi direzionale a laser
• 1999: il primo lettore di codici a barre con tecnologia RFID
• 2007: il primo lettore portatile di immagini near/far field
• 2013: la prima soluzione indossabile a integrazione vocale

Il codice a barre continua a ricoprire un ruolo davvero importante nel migliorare l’efficienza, incrementare la produttività e nell’accrescere la customer experience a livello generale in diversi settori. Ad esempio, l’installazione di soluzioni Honeywell presso Copper Mountain, un resort sciistico di Summit County in Colorado rappresenta una situazione d’uso della tecnologia di scansione dei codici a barre che ha contribuito a trasformare le operazioni di business.

Leggi anche:  Ford presenta la nuova Focus: nel segno dell’innovazione

[blockquote style=”4″]“La tecnologia 2D Intermec di Honeywell legge i codici a barre per il noleggio degli scii quasi istantaneamente e ci offre così la possibilità di garantire un servizio più veloce e di snellire le file”, afferma Todd Palmer, IT systems administrator di Copper Mountain. “Siamo in grado di far accedere più rapidamente i nostri visitatori agli ski lift e i nostri impiegati possono trascorrere più tempo con gli ospiti e assicurare così una migliore customer experience”.[/blockquote]

Honeywell ha lanciato un microsito che elogia un simile traguardo e illustra le soluzioni che l’azienda ha lanciato nel corso degli anni e che hanno determinato l’evoluzione del codice a barre e della tecnologia di scansione. Per contribuire a celebrare i 40 anni del codice a barre è possibile utilizzare l’hashtag #40YearsofBarcode e seguire il profilo Twitter @HoneywellAIDC.