Il Comune di Milano ha revocato l’accesso a Ztl e corsie preferenziali ai servizi di car sharing GuidaMi ed E-Vai a causa dei troppi utilizzatori

A Milano il car sharing è stato un vero e proprio successo così come in tutta Italia. L’arrivo di nuovi operatori e l’aumento esponenziale degli utenti ha spinto il Comune a rivedere alcune regole che riguardano il settore. Palazzo Marino ha approvato una nuova direttiva che impedisce l’accesso alle corsie preferenziali e alle zone Ztl (Zona a Traffico Limitato) ai servizi GuidaMI ed E-Vai. Le vetture potranno comunque circolare nell’Area C anche nei giorni del blocco del traffico. Le corsie preferenziali rimarranno quindi ad uso praticamente esclusivo delle istituzioni.

Car sharing: revocato l’accesso a Ztl e corsie preferenziali

[blockquote style=”4″]”Il servizio di car sharing  – si legge nella direttiva – si è ampliato con l’immissione di nuovi soggetti, con un conseguente rilevante incremento sul territorio comunale dei relativi veicoli, in misura tale di non poter più consentire alla stessa categoria il transito nelle corsie preferenziali/ZTL, in quanto comprometterebbe la fluidità del traffico nelle corsie preferenziali, in contraddizione con la finalità delle medesime di favorire la circolazione dei mezzi pubblici e dei veicoli di emergenza”.[/blockquote]

Leggi anche:  Gourmet Food Festival: l'evento che svela i segreti dell'enogastronomia