Si chiama ‘DoLine’, la prima app collegata a una piattaforma web pensata per donare farmaci a chi ne ha bisogno direttamente da pc, smartphone o tablet

I contribuenti potranno pagare tramite carta di credito, aiutando nella lotta contro la povertà sanitaria. L’applicazione è stata presentata a Milano nell’ambito di un’iniziativa di Fondazione Telecom Italia, che affianca il Banco Farmaceutico nella raccolta di farmaci per chi non può permettersene l’acquisto.

Un progetto contro la povertà sanitaria

“In Italia ogni anno servono 3,3 milioni di confezioni di farmaci per persone in stato di necessità che non possono curarsi “, spiega Marcella Logli, direttore generale di Fondazione Telecom Italia. Durante il lancio della piattaforma sono intervenuti anche Paolo Gradnik, presidente di Fondazione Banco Farmaceutico Onlus; Maurizio Nichetti, direttore artistico del Centro sperimentale di cinematografia-sede Lombardia, e Flavio Oreglio, attore di Zelig.

“Il progetto DoLine permetterà di raggiungere fino a 33 mila donatori che potranno donare almeno 50 mila farmaci da destinare a enti caritatevoli o emergenze sanitarie. L’uso degli strumenti digitali per aiutare a combattere la povertà sanitaria rappresenta una nuova strada per sensibilizzare su questo tema una popolazione sempre più digitale”.

Facile e intuitiva

L’app è stata sviluppata con un’interfaccia molto semplice e intuitiva, che porta l’utente a donare in pochi click il farmaco scelto all’ente beneficiario desiderato.
Il Banco Farmaceutico poi coinvolgerà le farmacie aderenti al sistema per raccogliere l’ordine e rendere disponibile il farmaco all’ente selezionato. Fra l’altro, ricordiamo che dal 1 luglio anche in Italia le farmacie possono vendere online i medicinali senza obbligo di prescrizione, dagli antidolorifici come l’aspirina agli antipiretici come la tachipirina. Grazie all’integrazione dell’applicazione con BFOnline sarà possibile una piena tracciabilità del farmaco dall’acquisto fino alla consegna. La prima campagna sostenuta da DoLine sarà quella per la raccolta farmaci destinata ai profughi accolti dagli enti assistenziali italiani e all’estero, come Medici Volontari Italiani Onlus di Milano, Opera San Francesco di Milano, Associazione Centro Astalli di Roma, Associazione di carità S. Zeno Onlus della Caritas di Verona, Croce Rossa Italiana Comitato di Settimo Torinese, Missione di Speranza e Carità di Palermo, Centro Missionario Medicinali di Firenze, quest’ultimo collegato con enti operanti in tutto il mondo.

Leggi anche:  Colesterolo alto, gli under 45 sono più a rischio di infarto

DoLine è tra i due progetti vincitori della prima edizione di Fondazione #ITALIAX10 di Telecom Italia, un’iniziativa che dà a chi lavora nel gruppo la possibilità di aiutare una Onlus ad ottenere un finanziamento.