L’iniziativa di volontariato è stata promossa per pulire spiagge, scogliere e fondali in Italia e in tutto il bacino del Mediterraneo

Troppo spesso le nostre spiagge vengono trasformate in vere e proprie discariche dall’accumulo di rifiuti di ogni tipo, dai mozziconi di sigaretta alle bottiglie di plastica, che hanno invaso anche le acque dei mari mettendo in grave pericolo la fauna ittica. Legambiente richiamando i dati dell’Unep (il programma dell’ambiente dell’Onu), spiega che il 70% di questi rifiuti affonda, il 15% galleggia e un altro 15% resta nella colonna d’acqua.

La plastica, materiale killer

Nel mirino dei volontari sarà soprattutto il PET, considerato quello più diffuso nelle spiagge e letale per l’ambiente.

Ecco perché il prossimo weekend torna “Spiagge e fondali puliti – Clean up the Med”, realizzata anche grazie al contributo di Cial, Novamont e Virosac.

Legambiente chiede ai cittadini di segnalare «la presenza di lacrime di sirena: quei “pallini” che costituiscono la materia prima da cui si ricavano gli oggetti di plastica. “Piccole e leggere – spiega Legambiente – vengono disperse da venti e correnti che le portano su tutte le spiagge del mondo. Sono pericolose: assorbono sostanze inquinanti dall’acqua di mare come i Pcb (Policlorobifenili); vengono ingerite dagli animali e dagli uccelli marini, entrando così nella catena alimentare; non scompaiono nè si dissolvono, bensì si frammentano in pezzi sempre più piccoli a causa degli agenti atmosferici, i raggi UV e l’azione del mare”.

Appuntamenti e iniziative in tutta Italia

Tantissimi appuntamenti sparsi lungo tutta la penisola, tenuti da studenti, amministrazioni comunali, associazioni locali e anche i detenuti.

In Calabria, a Soverato, ci si trova il 28 maggio alla Baia dell’Ippocampo, alle 10.00, con il Circolo Legambiente Airone. Qui gli studenti delle scuole superiori insegneranno agli alunni delle elementari la raccolta differenziata. A Scalea, il Consiglio Comunale dei Ragazzi istituito presso l’Istituto Comprensivo “G. Caloprese” organizza l’Operazione Scalea Pulita: il 28 maggio 2016, alle 9.15, i parte dal cortile della scuola per andare in alcuni siti rilevanti del centro del paese e concludere poi l’iniziativa “adottando”un tratto di spiaggia.

In Puglia, a Marina di Lesina il Circolo Lo Sperone organizza la pulizia della spiaggia il 28 maggio. Appuntamento alle 9.30, presso il centro visite del Parco nazionale del Gargano. L’iniziativa è promossa in collaborazione con la Casa Circondariale di San Severo, parteciperanno i detenuti accompagnati dalla sorveglianza, gli scout dell’Agesci, scolaresche e altri volontari. Per avere un quadro generale degli appuntamenti previsti, si può visitare il sito: http://www.legambiente.it/contenuti/campagne/spiagge-e-fondali-puliti-2016