Chi sta per più di 10 ore seduto in ufficio rischia problemi al cuore

Che uno stile di vita sedentario sia nocivo per il nostro organismo è ormai cosa nota. La sedentarietà infatti causa ben 34 patologie diverse e secondo un recente studio australiano uno stile di vita che prevede scarsa attività fisica non solo sarebbe dannoso per le facoltà cognitive, ma  causerebbe anche attacchi di ansia nei più piccoli. Eppure la sedentarietà è una condizione che solo in Italia accomuna circa 24 milioni di persone ed è emerso che gli italiani, soprattutto i più giovani, sono tra i più pigri al mondo.

Oltre ai suddetti rischi per la salute, una ricerca dell’università del Texas ha messo in luce che stare seduti per oltre 10 ore potrebbe causare seri danni al cuore. Lo studio ha rianalizzato i risultati di nove studi sul tema, per un totale di oltre 700 mila persone.

Chi rischia di più

L’esperimento ha seguito per oltre undici anni la metà dei soggetti presa in esame, con un risultato finale di oltre 25 mila eventi cardiovascolari tra le persone studiate. Chi supera le dieci ore seduto  in media durante il giorno ha l’8% in più di rischio cardiovascolare rispetto a chi sta meno di tre ore, mentre per supera le dodici la probabilità è più alta del 14%.

Gli autori spiegano che questo aumento del rischio si verifica anche in assenza di fattori concomitanti come l’obesità, ma sotto le dieci ore invece gli effetti sembrano non significativi.

“I nostri risultati suggeriscono – spiegano gli autori – che il tempo passato seduti è associato con un aumento di rischio cardiovascolare indipendentemente da altri fattori di rischio come l’indice di massa corporea o l’attività fisica, ma solo a livelli molto alti”.