L’app rileva se il telefono viene usato durante la guida e premia ogni 100 km con un caffè

Una delle abitudini più diffuse e pericolose degli ultimi tempi è quella di usare lo smartphone anche mentre si guida, chattando su WhatsApp, telefonando o guardando Facebook.Eppure l’uso dei cellulari è stato bandito dalle auto quando si è al volante, se non con l’ausilio di auricolari che consentano al guidatore di mantenere il pieno controllo del mezzo. La legge su questo argomento è intransigente, forse proprio perché per gli italiani il cellulare alla guida è un inseparabile compagno di viaggio, ma ancora il 34% non utilizza l’auricolare o il vivavoce per chiamare. Il risultato è purtroppo un drammatico aumento degli incidenti stradali causati dalla distrazione dovuta all’uso dei cellulari, circa il 20,1%, un fenomeno che sembra però difficile da controllare.

Un caffè ogni 100 km

Eppure Toyota ha avuto un’idea che potrebbe funzionare: sviluppare un’app che premia chi invece ha comportamenti virtuosi, rinunciando al telefonino in auto.

L’applicazione proposta dalla casa automobilistica nipponica si chiama Driving Barista ed è in grado di rilevare se il telefono viene usato mentre l’auto è in movimento. Resistere alla tentazione di usare lo smartphone alla guida, porta ad un premio ogni cento chilometri di marcia: il guidatore virtuoso ottiene un coupon da utilizzare per un caffè presso la catena Komeda Cofee Shop.

Una campagna per la sicurezza

Il lancio dell’app nasce nell’ambito della campagna d’autunno per la sicurezza nel traffico in Giappone: un programma di iniziative pensate per promuovere un comportamento più responsabile da parte degli automobilisti, dei pedoni e e dei ciclisti.

“Vogliamo raggiungere l’obiettivo di ottenere zero incidenti stradali e zero vittime – ha dichiarato l’amministratore delegato di Toyota Shuichi Murakami – con questa iniziativa speriamo di ridurli ulteriormente”.

Leggi anche:  Veuve Clicquot presenta la Collezione Natale 2021