Uno studio americano rivela i benefici del regime vegetariano per coloro che soffrono di diabete

Numerose ricerche hanno messo in luce molteplici motivi per cui la dieta vegetariana fa bene alla salute (7 porzioni al giorno allungano la vita e riducono del 20% il rischio di ictus) ma finora questo regime alimentare non era mai stato messo ancora in relazione al diabete.

Nelle ultime ore in seguito ad una ricerca scientifica americana, presentata nel corso del congresso dell’American Diabetes Association, è emerso come mangiare attenersi a una dieta vegetariana sia salutare anche per chi soffre di diabete di tipo 2. In particolare sono stati posti sotto esame 74 persone malate, suddivise in seguito in due diversi gruppi.

Dieta onnivora vs vegetariana

Ad un gruppo è stato chiesto di seguire i principi della dieta vegetariana per un determinato periodo di tempo mentre invece ad un altro è stato chiesto di seguire una dieta onnivora, a parità di calorie per entrambi i gruppi. I risultati dell’esperimento dimostrano dei maggiori benefici nel gruppo di diabetici che avevano seguito l’alimentazione vegetariana per tutta la durata del test.

Seguendo i principi di questo regime, queste persone hanno inoltre perso il doppio del peso rispetto a coloro che avevano seguito una dieta onnivora, circa 6 kg in più rispetto a questi ultimi. Uno studio che sembra non lasci spazio a dubbi, che dimostra come la dieta vegetariana sia ideale per coloro che soffrono di diabete. Esistono tuttavia ricerche che vanno in controtendenza, come un recente studio secondo il quale questo tipo di alimentazione porterebbe a una mutazione genetica dannosa.

Non è la prima volta che la scienza mette in dubbio i benefici dell’alimentazione “green”, che secondo uno studio dell’Università di Oxford non porterebbe a un aumento delle longevità, come molti sostengono, considerando questa dieta un vero e proprio elisir di lunga vita.

Leggi anche:  Aspria Harbour Club, i tips da seguire per un Natale pieno di benessere