]Amazon è pronta a stanziare il budget più alto nella storia della televisione per la serie su “Il Signore degli Anelli”

Nella strenua lotta per il predominio nel settore dello streaming, Amazon ha deciso di calare l’asso che potrebbe essere decisivo. Lo scorso novembre il colosso dell’e-commerce ha annunciato che avrebbe prodotto un prequel de “Il Signore degli Anelli” proposto in esclusiva sulla sua piattaforma Prime Video. L’azienda di Jeff Bezos avrebbe offerto ben 250 milioni di dollari a New Line e Harpe Collins per i diritti di sfruttamento del capolavoro di J.R.R Tolkien. Di per sé si tratta già di una cifra decisamente enorme ma Amazon è pronta a investire ancora più denaro.

Alcuni esperti concordano che la serie de “Il Signore degli Anelli” tra produzione e marketing potrebbe arrivare a costare anche più di 500 milioni di dollari per le prime 2 stagioni. Nel cast dovrebbe comparire anche Ian McKellen nel ruolo di Gandalf già interpretato sul grande schermo. Di fatto si tratterebbe della produzione per la televisione più onerosa di sempre. Per fare un raffronto, la trilogia cinematografica diretta da Peter Jackson aveva un budget di 280 milioni di dollari senza contare la promozione mentre ciascuna delle prime due stagioni di The Man in the High Castel (L’uomo nell’alto castello), serie di punta di Prime Video tratta da un romanzo di Philip K. Dick, sono costate 72 milioni di dollari.

Leggi anche:  Piccolo mostro: ecco la Mini GP JCW 2020

[amazon_link asins=’B00XLSD8B6,8845255581,B01GUFI4JW,B004XKRO6Q,B0041KW6SY,B00EO87RU0′ template=’ProductCarousel’ store=’dmo0e-21′ marketplace=’IT’ link_id=’63828d9e-2c31-11e8-a199-d98d0ba4dbdc’

Netflix nel frattempo continua la sua espansione a livello globale dopo aver ampiamente superato i 100 milioni di utenti a livello globale. La piattaforma di Los Gatos ha stretto un accordo con Sky per portare i suoi film e serie TV sul decoder Sky Q ma non sembra comunque molto preoccupata dalle mosse di Amazon. Netflix infatti ritiene che nel prossimo futuro il suo principale concorrente sarà Apple.