Allarme per la salute dei consumatori: lavare sempre bene le verdure anche se pronte all’uso

Quante volte abbiamo acquistato le pratiche insalate già pronte, che stando alle indicazioni sulla confezione non necessiterebbero di essere lavate prima dell’uso? A quanto pare questo vantaggio sarebbe illusorio, in quanto queste verdure imbustate, al momento del confezionamento conterrebbero un elevato numero di batteri resistenti agli antibiotici , quindi molto pericolosi.
A denunciarne la presenza è stato nei giorni scorso uno studio tedesco, che l’ha reso noto attraverso la rivista statunitense “mBio”.

Da dove arrivano i batteri?

Andreas Hansel, presidente dell’istituto che ha realizzato l’indagine, spiega che questo tipo di microrganismi pericolosi si svilupperebbero nel letame, nei fanghi di depurazione, nel suolo e in corsi e bacini d’acqua. Si parla quindi di batteri nocivi, che possono sopravvivere nelle buste di insalata vendute nel banco frigo di ogni comune supermercato. L’allarme riguarda tutti i consumatori, ma in particolare i soggetti più a rischio come le donne in gravidanza o chi ha scarse difese immunitarie.
Alla luce di questa scioccante scoperta diventa fondamentale lavare sempre e comunque le verdure, prima di consumarle, anche se sulla confezione c’è scritto che sono pronte all’uso.
Lavare accuratamente questi prodotti dopo l’acquisto dovrebbe riuscire a limitare il rischio di ingerire pericolosi batteri, preservando la nostra salute.