Eurovision Song Contest. Sergey Lazarev. Foto: Daniil Velichko

Una delle canzoni posizionata meglio nelle previsioni di vittoria degli scommettitori per l’Eurovision Song Contest è “Scream” di Sergey Larazev, rappresentante della Russia.

Appena capisce che siamo italiani esordisce con un “Ciao ragazzi”, e poi canta qualche parola di “O sole mio”. Del resto, lui (cantante, attore, presentatore molto noto in Russia) ha partecipato a “Bravo bravissimo” sulla nostra tv: “Era il 1995 o 1996, non ricordo bene. Ho un video della mia performance ancora sul mio cellulare. Mi ricordo il presentatore del programma, Mike Bongiorno. Mi era stato detto che era molto famoso. Eravamo in un bellissimo teatro a Cremona. Insomma, ho proprio dei bei ricordi”.

Venendo all’oggi, per Sergey si tratta di un ritorno all’Eurovision Song Contest, che lui affronta con gioia: “Non faccio altro che sorridere da quando sono qui. Si respirano musica, divertimento, e certamente anche competizione. Sono sinceramente felice di avere l’opportunità di partecipare di nuovo all’Eurovision”.

La sua, ci dice, “È una canzone difficile da cantare, ma io non sono solo un performer: mi piace puntare sulla mia dimensione di interprete. L’idea della scenografia è venuta al direttore di palco, con tutti quegli specchi che mi sono piaciuti subito”.

Eurovision Song Contest: “Scream” è quarta nelle previsioni di vittoria

Sergey Lazarev, come tutti i cantanti, si trova trascinato in un vortice di impegni, ma Tel Aviv è una città che invita a godersi la vita e così “Ci sono continuamente prove e interviste, ma di sera abbiamo tempo per rilassarci un po’”.

Leggi anche:  Eurovision Song Contest, stasera la finale

Prima di salutarci Sergey ricorda: “Io sono legato all’Italia anche perché uno dei primi concorsi a cui ho partecipato era nel vostro paese. Per favore, votate per me. Io sono con voi, quindi spero che voi siate con me a Eurovision: canto stasera (16 maggio, nda) nella seconda semifinale, spero di vedervi in finale. Incrocio le dita!”.