Nuova Passat

A settembre la Volkswagen introdurrà sul mercato una versione profondamente aggiornata dal punto di vista tecnico della nuova Passat.

L’evoluzione apporta modifiche sostanziali a questa bestseller a livello mondiale della classe media, già venduta in oltre 30 milioni di esemplari: grazie ai sistemi di infotainment di nuova generazione (MIB3), questa Volkswagen è in grado, a richiesta, di essere sempre collegata online, introducendo così a bordo nuove funzioni e servizi all’avanguardia. Al tempo stesso, una serie di nuovi sistemi di assistenza, come il Travel Assist, aumentano sicurezza e comfort, facendo della Passat la prima Volkswagen in grado di viaggiare in modalità parzialmente automatizzata fino a una velocità di 210 km/h. La bestseller sarà nuovamente proposta nelle versioni berlina e Variant.

GTE1/2: Zero Emission Vehicle temporaneo. Uno degli highlight della gamma è rappresentato dalla nuova versione della Passat GTE: si tratta del primo modello di una nuova generazione di modelli ibridi plug-in firmati Volkswagen con un’autonomia nettamente più elevata. La peculiarità è rappresentata da una batteria con una capacità superiore che, nel caso della Passat, si traduce in un incremento del 31%. Grazie ai 13 kWh di energia immagazzinata, l’autonomia in modalità elettrica nel nuovo ciclo WLTP aumenta ora fino a 55 km per la Variant e fino a 56 km per la berlina. Tali valori corrispondono a circa 70 km nel ciclo NEDC (20 km in più rispetto al modello precedente), rivoluzionando completamente l’esperienza al volante della Passat GTE. Perfino in metropoli con milioni di abitanti come Berlino o Parigi, infatti, la maggiore capacità della batteria è sufficiente per percorrere la maggior parte delle distanze giornaliere in modalità completamente elettrica, ossia a emissioni zero. Grazie alla modalità ibrida configurata ex novo, adesso risulta nettamente più facile immagazzinare una quantità di energia elettrica sufficiente anche durante un lungo tragitto, allo scopo di poter viaggiare in ambito urbano a emissioni zero una volta arrivati nei pressi della meta cittadina.

GTE1/2: adatta anche per le lunghe percorrenze. Sulle lunghe percorrenze e oltre i 140 km/h, il potente motore elettrico supporta l’efficiente motore a benzina TSI della Passat GTE, in quanto la propulsione elettrica funge da ulteriore booster, che assicura un’erogazione della potenza caratteristica soprattutto nella modalità sportiva GTE, poiché i motori elettrici sono in grado di sviluppare la coppia massima in un batter d’occhio. Una cosa è certa: l’attuale trazione ibrida plug-in della Passat GTE rappresenta un componente tecnologico fondamentale per la nuova era dell’elettromobilità. Nella Passat GTE, infatti, i vantaggi della trazione elettrica e le doti da grande stradista si fondono in uno dei modelli di classe media più efficienti tra quelli attualmente disponibili: zero emissioni in città, efficienza pulita sulle lunghe percorrenze; la Passat GTE da 160 kW/218 CV è anche una delle prime vetture della sua categoria a raggiungere i valori limite previsti dalla norma sui gas di scarico Euro 6d, che entrerà in vigore solo a partire dal 2021.

Leggi anche:  Jaguar Land Rover ha realizzato una portiera che riconosce il proprietario

2.0 TDI Evo1/2: precursore di una nuova generazione di motori Diesel. Per quanto riguarda i Turbodiesel, sulla Passat debutta il 2.0 TDI Evo di nuovo sviluppo da 150 CV1/2. Questo innovativo quattro cilindri, che produce una quantità di CO2 decisamente inferiore rispetto all’analogo propulsore del modello precedente, va considerato come il precursore di una nuova generazione di motori Diesel. Per quanto riguarda le emissioni, il 2.0 TDI Evo sulla nuova Passat debutta con un doppio sistema SCR e con un doppio dosaggio di AdBlue. Gli altri tre motori ad accensione spontanea della Passat erogano rispettivamente 120, 190 e 240 CV, mentre la gamma italiana delle motorizzazioni benzina comprende il TSI con 150 CV. Tutti i propulsori TSI e TDI rispettano la norma sui gas di scarico Euro 6d-TEMP. Ogni nuova Passat – non importa se a benzina, Diesel o ibrida – è equipaggiata con un filtro antiparticolato.

Business ed Executive: gamma semplice, dotazioni complete. In continuità con la configurazione della gamma precedente, in Italia la Passat 2019 si presenta con due livelli di allestimento, Business ed Executive. Parallelamente, anche la nuova Passat sarà disponibile nell’inconfondibile versione Alltrack (tuttofare a trazione integrale con caratteristiche off-road). La Passat GTE è a sua volta caratterizzata da un equipaggiamento specifico per questo modello. La Casa di Wolfsburg ha realizzato anche un modello speciale, prodotto in edizione limitata a 2.000 esemplari: la Passat R-Line Edition nel colore dedicato Moonstone Grey, il cui equipaggiamento di serie comprende, tra l’altro, una delle due motorizzazioni top di gamma (TDI da 240 CV o TSI da 272 CV, quest’ultimo non per l’Italia), la trazione integrale 4MOTION e il nuovo sistema di assistenza Travel Assist.

Travel Assist: rivoluzionaria tecnologia IQ.DRIVE. Il nuovo marchio IQ.DRIVE per i sistemi di assistenza Volkswagen comprende le tecnologie che portano verso la guida autonoma, come il nuovo Travel Assist di serie su tutta la gamma italiana: grazie a questo sistema di assistenza, la Passat è la prima Volkswagen in grado di viaggiare con guida parzialmente automatizzata in quasi tutto il range di velocità (da 0 a 210 km/h con DSG, da 30 a 210 km/h con cambio manuale). Con i suoi sistemi di assistenza, pertanto, la Passat rappresenta attualmente il livello più evoluto di IQ.DRIVE.

Volante capacitivo: nuova interfaccia. La Volkswagen punta sull’intuitività dei comandi e su un funzionamento ampiamente automatizzato delle tecnologie. In questo contesto, la nuova Passat sarà la prima Volkswagen in assoluto a livello mondiale dotata di un volante capacitivo che registra il tocco del guidatore, formando così un’interfaccia interattiva con sistemi come il Travel Assist.

Leggi anche:  Porsche: la nuova 911 Cabriolet

Lane Assist e IQ.LIGHT: vedere ed essere visti. La funzione di mantenimento della corsia Lane Assist è stata perfezionata con l’ausilio di una nuova telecamera multifunzione, mentre i nuovi fari IQ.LIGHT a matrice di LED aumentano ulteriormente il livello di sicurezza e di comfort. Si tratta del secondo modello del Marchio, dopo il SUV di categoria superiore Touareg, a essere dotato di un sistema interattivo a matrice per i fari.

MIB3: sempre online per chi lo desidera. Di pari passo con la nuova Passat, fa il suo ingresso sul mercato la terza generazione della piattaforma modulare di infotainment (MIB3), che comprende numerose funzioni innovative: App Connect Wireless – l’interfaccia che integra le app dello smartphone sullo schermo dell’infotainment – offre per la prima volta in casa Volkswagen l’integrazione senza fili delle app per iPhone tramite Apple CarPlay. A richiesta, inoltre, d’ora in avanti la Passat sarà sempre online, poiché i nuovi sistemi di infotainment MIB3 sono equipaggiati di serie con una Online Connectivity Unit (OCU) integrata e comprensiva di scheda SIM. Oltre a servizi per la navigazione perfezionati con informazioni in tempo reale, attraverso Volkswagen We e i relativi servizi online mobili integrati We Connect e We Connect Plus (di serie in Italia su Business per 1 anno, su Executive, GTE e Alltrack per 3 anni) nonché We Connect Fleet (disponibile in Germania e Francia al lancio sul mercato della Passat) si apre così la strada a nuove tecnologie e offerte. Per esempio, ci sono i servizi di streaming musicali come Apple Music e TIDAL, l’integrazione di tecnologie web app aggiornabili, un sistema di comando vocale con linguaggio naturale arricchito di contenuti online nonché la futura portabilità delle impostazioni del veicolo su base cloud (personalizzazione). Gli smartphone (i modelli compatibili di Samsung) potranno per la prima volta essere utilizzati, inoltre, come chiave mobile per aprire e avviare la Passat.

Volkswagen We: aperta a nuove idee. Grazie alla nuova Passat, Volkswagen We fa passi da gigante. Infatti, con Volkswagen We è stata sviluppata una piattaforma digitale per raggruppare servizi online mobili e servizi in generale, al fine di poterli proporre e fornire in modo estremamente semplice. Le relative offerte nascono quindi da un sistema aperto, che si evolve continuamente. Di conseguenza, la Volkswagen si rende disponibile a collaborare con partner specializzati per sviluppare congiuntamente nuovi servizi. La collaborazione con aziende, amministrazioni e anche piccole startup operanti a livello locale crea spazi per nuovi concept, come per esempio We Park (parcheggio senza contanti) o We Deliver (i cosiddetti Car-Access-Based Services: accesso semplice e sicuro alla vettura da parte dei Service Partner). L’ID Volkswagen personale consente a tutti i Clienti del Marchio l’accesso centrale a tutti i servizi Volkswagen e, di conseguenza, anche a uno spettro completamente nuovo di informazioni e servizi basati su Internet.

Leggi anche:  Veicoli sulle strade in aumento, +1,3%

Digital Cockpit: connesso con il MIB3. L’hardware e il software del MIB3 formano un’unità digitalmente interconnessa con il nuovo Digital Cockpit della Passat. La strumentazione digitale è stata ulteriormente perfezionata rispetto al sistema precedente (Active Info Display). Le grafiche del display a contrasto elevato sono chiare e riccamente dettagliate, mentre la gamma delle funzioni è stata portata a un livello superiore. Le tre diverse configurazioni del display possono ora essere personalizzate con un unico tasto (View) attraverso l’altrettanto inedito volante multifunzione. Le impostazioni di dettaglio, inoltre, possono essere comodamente adattate secondo le proprie preferenze attraverso il MIB. I dettagli cromatici nel display rispecchiano, per esempio, il colore dell’illuminazione ambiente selezionato.

Design degli esterni: fonti luminose a LED. La Volkswagen ha affinato e perfezionato il design della Passat. Sono stati ridisegnati i paraurti anteriore e posteriore, la calandra nonché la scritta Passat, posizionata ora al centro della coda. Inoltre, i nuovi fari con tecnologia LED, le luci diurne a LED, i fari fendinebbia a LED e i gruppi ottici posteriori a LED creano un design delle luci inconfondibile. Un’altra novità è rappresentata dai colori carrozzeria Lapiz Blue, Bottle Green e Sea Shell Gold, mentre la gamma dei cerchi si arricchisce di quattro nuovi cerchi in lega da 17, 18 e 19 pollici.

Design degli interni: estetica del mondo digitale. All’interno dell’abitacolo la Passat si distingue dal modello precedente per i nuovi elementi decorativi e i nuovi tessuti, i pannelli delle porte ridisegnati, un nuovo colore delle finiture, una nuova strumentazione e un nuovo volante multifunzione, sempre incluso nella dotazione di serie. Un’elegante scritta Passat retroilluminata ha sostituito l’orologio analogico sulla plancia. Nella consolle centrale è stato introdotto, inoltre, un vano portaoggetti aperto più ampio con un’interfaccia induttiva per smartphone (di serie su Executive) e, accanto, una presa USB tipo C illuminata. Di notte le schermate del Digital Cockpit e dei sistemi di infotainment si fondono con i tasti illuminati del volante multifunzione capacitivo e con l’illuminazione ambiente lungo tutto il perimetro, ora disponibile in 30 colori, formando un palcoscenico di informazioni e comandi inondato di luce, piacevole sia dal punto di vista estetico sia funzionale. I dettagli cromatici dell’illuminazione ambiente si ritrovano anche nell’infotainment e nel Digital Cockpit.

Sistema Hi-Fi Dynaudio: 700 Watt configurati ad hoc. Lo specialista danese dell’Hi-Fi, Dynaudio ha adattato nei minimi dettagli il sound system da 700 Watt di potenza in funzione dell’abitacolo della nuova Passat per garantire la riproduzione della musica a bordo, a prescindere dalla sorgente sonora, con il migliore audio mai ascoltato prima d’ora su una Passat.