A New York la Nasa mette all’asta le bobine originai dello sbarco sulla Luna

A New York la Nasa mette all’asta le bobine originai dello sbarco sulla Luna

A pochi giorni dal cinquantesimo anniversario dello sbarco, il 18 luglio Christie’s venderà 200 cimeli delle missioni spaziali della Nasa degli anni Sessanta e Settanta: mappe, foto autografate, macchine fotografiche e, soprattutto, il manuale di bordo dell’Apollo 11, considerato il pezzo forte dell’asta, stimato tra i sette e i nove milioni di dollari.
Si tratta infatti del manuale usato da Neil Armstrong e Buzz Aldrin per l’allunaggio del 20 luglio 1969, con cui i due astronauti portarono il modulo Eagle sulla superficie del nostro satellite.

Un cimelio unico

Come riportato da Christie’s, il libro presenta ancora tracce di polvere lunare e quasi 150 annotazioni scritte a mano dagli astronauti durante le operazioni di sbarco sulla Luna, tra cui le coordinate dell’Eagle sulla superficie lunare dall’atterraggio. 

«E’ il primo esempio di scrittura umana su un corpo extraterrestre», spiega Christie’s, sottolineando il valore e l’unicità del cimelio. «Le prossime missioni umane saranno completamente digitalizzate: l’esistenza di nuovo un documento simile è altamente improbabile».  

La casa d’asta metterà inoltre in vendita online una raccolta di meteoriti spaziali: la collezione Stifler, considerata una delle più  ricche al mondo, che include “un massiccio esemplare triangolare” stimato tra 100 e 130 mila dollari che rivela sia l’interno che l’esterno di una roccia lunare.

Leggi anche:  Aids, la cura definitiva grazie alla tecnica taglia-incolla del Dna