Savini Milano 1867 ha presentato il suo ricco programma culturale dedicato a opera lirica, moda, storia. Si apre con Maria Callas

Savini Milano 1867 è un caffè ristorante storico, un’istituzione milanese e della Galleria Vittorio Emanuele. È stato il locale preferito da cantanti e compositori di fama mondiale, da Verdi a Toscanini a Maria Callas. La Scala è a due passi dal Savini.

In occasione del cinquantesimo anniversario dell’uscita del film “Medea” di Pier Paolo Pasolini, Savini Milano 1867 organizza “Callas mai vista. Maria re-interpreta Medea”, un affascinante progetto della storica del costume Elisabetta Invernici dedicata alla celebre soprano. Si tratta di un’installazione a cura dello stilista Daniele Calcaterra, aperta al pubblico da domani, 12 settembre, visitabile fino al 30 del mese. Sono in esposizione due abiti che interpretano sia la figura di Medea, sia Medea interpretata dalla Callas. L’abito nero racconta la Medea feroce, l’abito d’oro rappresenta la sua figura di madre. I gioielli sono stati realizzati da Ornella Bijoux.

Il Comune di Milano ha patrocinato l’iniziativa, che è inserita nel calendario di Milano Moda Donna, e inaugura per la prima volta il calendario culturale che Savini Milano 1867 dedica ai personaggi storici che hanno frequentato le sue sale, da Tommaso Marinetti ad Alfred Hitchcock per passare da Verdi e Toscanini.

Leggi anche:  Amazon Xmas San Babila: l'evento che celebra lo shopping natalizio

Gli eventi del calendario culturale si terranno nella Sala Toscanini (non a caso) al primo piano di Savini Milano 1867: musica, teatro, moda e collaborazioni con il Teatro Verdi di Busseto, il Comune di Cremona, il Museo del Violino e Fidenza Village – che si trova nel cuore delle terre verdiane.

Savini, essendo bottega storica, ha sentito la responsabilità di far rivivere la storia e far arrivare l’eleganza e la bellezza ai ragazzi di oggi. Queste lo spirito che ha ispirato l’iniziativa, che racconterà cosa succedeva in Galleria, a Milano e anche nelle sale del Savini, dove lirica, prosa e storia si sono incontrare e incrociate. Tutto questo, raccontato in chiave contemporanea (al calendario degli eventi e alle prenotazioni si accede dal sito del ristorante).

Savini Milano 1867: il calendario culturale

In calendario numerosi eventi a Milano e a Busseto: tour con partenza da Milano, opera pomeridiana a Busseto, cena di nuovo a Milano; sono previste le “Domeniche al Savini”, come l’appuntamento del 22 settembre alle 16.30 su “Callas mai vista”, un racconto per immagini con Elisabetta Invernici, Francesca Agostinelli, che è la curatrice della rassegna “Medea 50”, e lo stilista Daniele Calcaterra. Oppure ancora tra gli altri appuntamenti quelli dedicati al Ballo in maschera e alla Traviata di Verdi (una meravigliosa cavalcata nella sua opera e nella sua vita) o a Gabriele D’Annunzio.

Leggi anche:  Trasporti: carenza di autisti e scarsa capacità di trasporto le maggiori sfide

Il mese di aprile, in una data ancora da stabilire, si terrà al Savini una sera speciale, con le note inconfondibili di Stradivari che risuoneranno grazie a un progetto del Comune di Cremona e del Museo del Violino. A giugno l’appuntamento sarà con la poesia di Antonia Pozzi, straordinaria voce lombarda. Il calendario culturale di Savini Milano 1867 si presenta come una lunga cavalcata nella bellezza, di cui davvero oggi abbiamo bisogno.

Savini Milano 1867 è anche impegnato nel progetto “Galleria & Friends”, che mette in rete le più belle botteghe storiche del centro di Milano, e che verrà inaugurato con un evento dedicato il 30 ottobre a Valentina Cortese.