Tutti pazzi per i gatti, il 17 febbraio è la festa nazionale

Sono oltre 7 milioni i gatti nelle case degli italiani, ecco come e perché festeggiarli oggi

Oggi e durante tutto il mese di febbraio gli amanti dei gatti faranno festa in tutta Italia, dove i mici domestici sono oltre 7 milioni.
Non è un caso se dal 1990 si usa celebrare proprio il 17 febbraio la festa nazionale del gatto: secondo una vecchia tradizione infatti, febbraio sarebbe il “mese dei gatti e delle streghe” e il 17 è il giorno da sempre associato alla sventura, che secondo una credenza popolare è comunemente legata ai gatti.

Dagli Egizi ad oggi, un amore che attraversa i secoli

Quello per i gatti è un amore che ha radici antichissime, tanto che già gli Egizi lo veneravano e avevano il culto della dea Bastet, raffigurata con un corpo di donna e il viso da gatto. A testimoniare questo legame profondo con i felini è anche il rinvenimento di numerose mummie di gatti all’interno di molte tombe egizie.

Alcuni mosaici a Pompei testimoniano la loro presenza anche nella società romana e fu la gatta Muezza a salvare Maometto dal morso di un serpente. Nel corso del Medio Evo invece i gatti vennero demonizzati e perseguitati in quanto associati alla stregoneria, ma nel Rinascimento furono riabilitati grazie al loro ruolo attivo nella vita dei villaggi, soprattuto in quanto rappresentavano un valido aiuto nella caccia ai topi.

Anche il poeta Francesco Petrarca amava molto i gatti e a lui viene attribuito l’aforisma

“L’umanità si può suddividere grossomodo in due categorie: coloro che amano i gatti e coloro che vengono puniti dalla vita”.

Anche la scienza ha dimostrato come vivere con un gatto in casa sia vantaggioso anche per il nostro benessere psico-fisico, tanto che adottarne uno allungherebbe la vita, sopratutto di chi soffre di patologie cardiovascolari.

Secondo un recente studio, il rapporto che lega l’uomo al proprio gatto domestico non è molto diverso da quello con i propri figli: come per i bambini il carattere e la salute fisica vengono influenzati dai genitori, anche per i nostri amici felini la personalità è determinata in modo significativo dal relazionarsi con i proprietari. 

Leggi anche:  Nasce “Dove Lo Butto?”, la piattaforma digitale per la raccolta differenziata

L’Italia e l’amore per gli animali domestici

Il nostro Paese risulta essere al secondo posto in europa per numero di animali domestici: secondo una ricerca del 2019 condotta dal Censis sono presenti nel 52% delle case, con 53,1 animali da compagnia ogni 100 abitanti. Una recente ricerca ha dimostato che chi ha un amico a quattro zampe in casa è effettivamente più felice: vivere con un animale domestico migliora l’umore della famiglia e contribuisce a tenerla unita.
Anche per i pazienti con problemi di natura psichiatrica si ritiene che gli animali, soprattutto i cani, possano dare un sostegno concreto.

L’Italia è superata solo dall’Ungheria (54,2 ogni 100 persone), ma batte a sua volta Francia (49,1), Germania (45,4), Spagna (37,7) e Regno Unito (34,6).
In Italia gli animali domestici sono in tutto 32 milioni e in questa classifica i gatti sono al secondo posto; nelle case degli italiani ci sono infatti 12,9 milioni di uccelli, 7,5 milioni di gatti, 7 milioni di cani, 1,8 milioni di piccoli mammiferi (criceti e conigli), 1,6 milioni di pesci, 1,3 milioni di rettili. Il mercato degli alimenti per gatti fa girare ogni anno 1.089 milioni di euro solo in Italia.

Come e dove festeggiarli: gli appuntamenti imperdibili

Se è vero che la festa del gatto è il 17 febbraio, non è solo oggi che si festeggiano gli amati felini domestici. Sono tantissimi infatti gli eventi che, dal 15 febbraio al 21 marzo, saranno dedicati agli amici gatti.

A Milano sono in programma mostre, concerti, rassegne cinematografiche e incontri letterari in alcuni spazi come l’Ospedale Niguarda, il Wow Spazio Fumetto, il Crazy Cat Cafè e la Fattoria Parco Trotter.
Torna la Città dei Gatti e per l’occasione, da sabato 15 febbraio, sarà allestita la mostra a ingresso libero “Come il gatto con il topo” presso WOW Spazio Fumetto – Museo del Fumetto di Milano (Viale Campania 12).

Quest’anno il tema è un omaggio all’80esimo compleanno di Tom&Jerry: partendo dalle loro divertenti gag durate ben 8 generazioni, la mostra celebra, attraverso una serie di pannelli e albi originali, l’eterna rincorsa del gatto al topo che ha ispirato tante spassosissime avventure: da Crazy Cat, la gatta nera che negli anni Dieci si innamorava del topo Ignazio rimediando dolorose mattonate in testa, a Palla di Neve e Stuart Little, attraverso grandi classici come Gatto Silvestro e Speedy Gonzales, Topolino e Gambadilegno; non manca anche qualche eccezione dove gatto e topo sono amici, come negli Aristogatti, di cui quest’anno ricorre il 50° anniversario e che sarà protagonista di un appuntamento dedicato con proiezione speciale (sabato 21 marzo presso WOW Spazio Fumetto) con concerto finale.