La Casa di Ingolstadt sarà presente anche per questa edizione al Fuorisalone di Milano. Esposta l’istallazione primarchitettura di Walter de Silva. Il design e l’utilizzo dei materiali innovativi sono i protagonisti

La partecipazione di Audi a questo evento sottolinea ancora una volta l’obbiettivo della Marca dei quattro anelli: essere all’avanguardia in ogni aspetto del design ed essere protagonista di un evento in cui arte, cultura e tecnologia si fondono in un contesto unico.

Infatti, le attività del Fuorisalone offrono l’occasione ideale per una presentazione inconsueta dei materiali innovativi e dei futuri stilemi che si ritroveranno nelle prossime Audi.

Proprio per questo Walter de Silva, Responsabile del Design del Gruppo Volkswagen, ha creato un’istallazione esclusiva, esposta presso l’Università degli Studi di Milano all’interno di “Feeding New Ideas for the City” , il programma di eventi e esibizioni che Interni ha organizzato in occasione dei 60 anni della rivista.

Il progetto prende il nome di primarchitettura, una creazione che vuole significare come il design si fermi troppo spesso alla superficie e i cui aspetti formali ed emozionali possano essere di ostacolo a una comprensione globale dell’idea. Primarchitettura così spoglia il design dalle sue accezioni “soft”, scoprendo inaspettate valenze estetiche.

Nello specifico, primarchitettura è contenitore architettonico neutro, nel totale rispetto del Cortile del ‘700 in cui è posto. Si tratta di un volume essenziale, privato degli aspetti decorativi ed espressivi, che sono estrapolati ed elevati ad un livello posto anteriormente – una quinta forata mediante un pattern geometrico.

Internamente l’allestimento presenta un’area centrale in cui un multi-material space-frame Audi è installato come una vera e propria opera d’arte, riflesso all’infinito dal pavimento e da pareti specchianti, a rappresentare la riproducibilità della produzione industriale.

Fabrizio Longo, Direttore Audi Italia, afferma infatti: “Innovazione e avanguardia tecnologica fanno parte del DNA della nostra Marca e abbiamo quindi ritenuto naturale il coinvolgimento nel Fuorisalone, in cui trovano spazio e visibilità, anche a livello internazionale, le migliori espressioni di design”.

Il supporto di Audi a questa manifestazione arriva a ovvio completamento dello stretto rapporto che lega il Marchio al mondo della cultura e dell’arte, ed è anche un’importante opportunità per ribadire la presenza di Audi per le strade e tra la gente di Milano, che già in passato ha ospitato numerosi eventi e anteprime della Casa di Ingolstadt.

Leggi anche:  Con "over-the-air", gli aggiornamenti di Ford Mustang Mach-E possono avvenire anche da casa