I ricercatori di un ateneo australiano hanno mostrato i passi avanti fatti verso un nuovo preservativo per fermare la diffusione dell’AIDS nei Paesi sottosviluppati, finanziato da Bill Gates

Tempo fa il fondatore di Microsoft Bill Gates, che tra 25 anni diverrà il primo trilionario della storia, aveva lanciato un contest per trovare un nuovo preservativo hitech per combattere nei Paesi in via di sviluppo la diffusione dell’AIDS, che nel prossimo futuro potrebbe dilagare nuovamente nel mondo ma con una maggiore resistenza ai farmaci. Oggi sono trapelate alcuni informazioni su uno di questi progetti.

Preservativo 2.0: resistente e comodo

I ricercatori della University of Wollongong, in Australia, hanno realizzato un innovativo preservativo in idro-gel grazie ad un contributo iniziale di 100mila dollari da parte della Bill & Melinda Gates Foundation. Il contraccettivo hitech possiede una resistenza superiore alle soluzioni in commercio ma garantisce una sensibilità simile a quella della pelle. In pratica, assicurano i ricercatori, sembra di non averlo indosso.

“Questo è un argomento molto delicato. L’idea è che all’uomo non piace l’attuale design dei preservativi quindi qualcosa verso cui fossero più aperti permetterebbe una minore trasmissione dell’Hiv. Al momento non abbiamo raggiunto un risultato soddisfacente.”, ha dichiarato il fondatore di Microsoft. Se il progetto raggiungerà gli standard fissati da Gates, che ritiene prioritario un vaccino contro la malaria rispetto alla diffusione globale di internet, potrà ottenere un ulteriore finanziamento di 1 milione di dollari.

“This is a sensitive topic. The idea was that men don’t like the current design so perhaps something they would be more open to would allow for less HIV transmission. We still haven’t gotten the results.”
Read more: http://www.businessinsider.com/bill-gates-funded-this-new-condom-2014-6#ixzz33rwMZZFf

Leggi anche:  Un uovo al giorno fa bene al cuore