Niente più panico sulla poltrona del dentista: arriva una nuova avveneristica tecnologia, Electrically Accelerated and Enhanced Remineralization (EAER), un metodo che è stato messo a punto dai ricercatori del King’s College London, nel Regno Unito

La salute dei denti è importante, ma spesso tendiamo a trascurarla per paura che il dentista ci infligga acute sofferenze: è vero che esiste l’anestesia e si possono sempre assumere anti-dolorifici per calmare ogni male, ma quanto più volentieri ci sottoporremmo alle cure di uno specialista se potessimo evitare il trapano, le iniezioni e qualsiasi forma di dolore?

Una piccola scossa 

Il sistema consiste in una piccola scossa di corrente elettrica che stimola il dente all’autoriparazione. Le carie sono causate dall’erosione dello smalto, che determinano una scomparsa dei minerali naturali del dente, che quindi inizia a marcire.

Lo scopo di questo nuovo metodo è quello di stimolare la capacità naturale del corpo di ripristinare questi minerali con quelli che si trovano nella saliva o nel fluoro.

La stimolazione avviene tramite una scossa a bassa intensità, per spingere i minerali verso la carie. Oltre a risultare completamente efficace, il sistema è del tutto indolore e l’utilizzo prevede una durata analoga a quella dei sistemi tradizionali. Si parla di una disponibilità della tecnologia nei prossimi tre anni, almeno nel Regno Unito, dove si usa già la corrente elettrica per alcune procedure. Ma è possibile che anche l’Italia si possa avvalere presto di questo metodo indolore, che farebbe la felicità di molte persone.

L’importanza dell’igiene dentale 

Nell’attesa che questa rivoluzione interessi anche il nostro Paese, è importante prevenire le carie attraverso un’igiene orale attenta, che preveda almeno due volte all’anno una visita presso l’odontoiatra per una pulizia dei denti (ablazione del tartaro),  che unita all’igiene orale quotidiana mediante l’ausilio di spazzolino da denti, dentifricio e filo interdentale dopo i pasti, vi garantiranno un sorriso sano più a lungo. Attenzione invece ai colluttori che contengono alcol, che sembra possano provocare a lungo andare tumori alla bocca.

Un altro importante sistema di prevenzione consiste nella sigillatura di solchi e fossette dei molari definitivi, con l’ausilio di resine molto fluide che vengono fissate sul dente mediante mordenzatura e polimerizzazione.