Una ricerca della Harvard School of Public Health di Boston ha dimostrato che seguire la dieta mediterranea dopo un infarto riduce del 40% il rischio di morte

Arrivano nuove conferme che la dieta mediterranea è un vero toccasana anche per chi è stato colpito da un infarto e vuole che un evento del genere non si ripeta. Molte ricerche avevano già confermato che mangiare frutta, verdura, pesce e bere un bicchiere di vino ogni tanto, che aiuta anche a combattere la depressione, permette di rimanere giovani più a lungo e di mantenere il cervello attivo.

Mangiare sano per vivere più a lungo

La Harvard School of Public Health di Boston ha dimostrato che seguire la dieta mediterranea in seguito a un infarto reduce del 40% il rischio di decesso per malattie cardiovascolari e del 33% la possibilità di morire per qualunque altra causa. Studiando un campione di mille persone che sono state colpite da infarto i ricercatori hanno riscontrato che coloro che hanno cambiato il loro regime alimentare verso cibi più sani hanno vissuto più a lungo. Inoltre, pare che la dieta mediterranea provochi gli stessi benefici effetti della cura farmacologica.