Un studio tedesco afferma che le notizie shock possono far ammalare così come succede quando si legge il bugiardino dei farmaci e si provano i sintomi segnalati come effetti collaterali

Il potere della suggestione è davvero forte. A volte capita che un paziente sperimenti gli effetti collaterali di un farmaco non appena legge il bugiardino, il cosiddetto effetto nocebo. Secondo uno studio dell’Università Johannes Gutenberg di Mainz lo stesso problema può verificarsi anche quando i media diffondono notizie allarmanti.

L’esperimento

I ricercatori hanno diviso i campioni in due gruppi. Uno ha visionato un video in cui si illustravano i rischi per la salute derivanti dalle onde elettromagnetiche mentre all’altro è stato proposto un filmato sulla conessione internet senza fili. In seguito è stato detto all’intero campione che il luogo in cui si trovavano era saturo di onde elettromagnetiche prodotte da apparecchi Wi-Fi, nonostante ciò non fosse vero. Chi ha visionato il documentario sui rischi per la salute legati all’elettromagnetismo ha manifestato i sintomi di dell’ipersensibilità elettromagnetica: mal di testa, distrazione, confusione e vertigini.