La sezione di Rimini dell’Associazione italiana albergatori prepara un’azione legale contro i meteorologi rei di aver fatto perdere milioni con previsioni sbagliate

Si chiamano previsioni del tempo, quindi si tratta di stime, ma gli albergatori di Rimini pretendono almeno che siano aggiornate per tempo. L’associazione di categoria della riviera romagnola ha inviato una lettera scritta dai propri avvocati in cui diffida i media dal comunicare informazioni sbagliate sul meteo, che durante il ponte di Pasqua hanno fatto calare l’affluenza dei turisti nella zona.

Non si escludono le vie legali

Nella lettera firmata dalla presidente dell’Associazione italiana albergatori Patrizia Rinaldis e inviata a Meteo.it, Rai e Mediaset, non si esclude la possibilità di passare alle vie legali per “ottenere il risarcimento dell’enorme danno subito dai nostri associati a causa delle errate informazioni divulgate”. L’accusa principale è di “negligenza”, in quanto le informazioni sul meteo trasmesse dai media non erano state aggiornate a tempo debito. “I siti online non sono stati aggiornati da sabato, chi andava a leggere trovava sempre e solo pioggia, pioggia e pioggia. Se fossero stati diligenti e li avessero aggiornati, qualcuno sarebbe potuto venire magari a farsi la giornata di Pasquetta”, spiega la Rinaldis.

Tolleranza zero

Nella missiva si invita a non “dare l’informazione errata di piogge certe e persistenti per tutto il periodo del ponte pasquale, comunicando piuttosto una situazione di variabilità”, tenendo conto del “contesto geografico e morfologico” della riviera. La lettera si conclude con un ammonimento: “Vi invitiamo per il futuro, a partire dai prossimi ponti primaverili, a rispettare il vostro dovere di diligenza, perizia e prudenza con l’attenzione che richiede il vostro rilevante servizio, avvisando che non tollereremo per il futuro errori simili a quello recentemente commesso”.

Leggi anche:  MyCIA, l'app che ti dice dove mangiare il tuo piatto preferito