Gli schermi blu di smartphone e tablet riducono la produzione di melatonina e interferiscono con il sonno

Il ricercatore Christopher Barnes della University of Washington ha confermato che gli schermi di computer, televisori e device mobili possono interferire con il sonno provocando seri danni alla salute. La luce blue emessa da questi oggetti durante la notte riduce la produzione di melatonina, l’ormone che gestisce il ciclo di sonno e veglia. Anche uno studio dell’Università di Harvard era giunto alla stessa conclusione.

Cellulari spenti alle 21

Per eliminare gli effetti negativi degli schermi luminosi degli smartphone, il cui utilizzo prolungato può aumentare i livelli di ansia, gli esperti consigliano di spegnere i diversi device dopo le 21. Ciò permette un sonno sereno e un maggiore rendimento sul lavoro la mattina dopo.