Uno studio internazionale afferma che l’uso della pillola contraccettiva per tre o più anni aumenta del doppio il rischio di glaucoma

Una ricerca internazionale realizzata dall’Università della California a San Francisco (UCSF), dalla Duke University School of Medicine e dal Third Affiliated Hospital of Nanchang University, in Cina, ha scoperto un possibile nuovo effetto collaterale della pillola contraccettiva. Secondo i ricercatori l’uso prolungato del medicinale anticoncezionale può raddoppiare il richio di glaucoma, una malattia che danneggia il nervo ottico e spesso prova la cecità.

La pillola aumenta il rischio di glaucoma

Gli scienziati hanno basato il loro studio sui dati raccolti nella ricerca “National Health and Nutrition Examination Survey” (NHANES), che ha coinvolto 3.406 donne di età superiore ai 40 anni. Dall’analisi dei risultati è emerso che nelle partecipanti che avevano utilizzato la pillola per un periodo pari o superiore ai tre anni il rischio di glaucoma aumentava di 2,05 volte.

Sebbene i ricercatori non abbiano trovato una correlazione diretta fra l’assunzione del contraccettivo e la malattia dell’occio l’allarme rimane comunque molto alto. “Le donne che hanno assunto contraccettivi orali per tre o più anni  – ha spiegato il princiaple autore dello studio, il prof. Snah Lin – dovrebbero essere sottoposte a screening per il glaucoma e seguite da vicino da un oftalmologo, in particolare se hanno altri fattori di rischio esistenti”.