La Guardia di Finanza di Trento ha sequestrato 140mila pastelli colorati cinesi pericolosi per la salute dei bambini

A Trento sono stati scoperti 140mila pastelli colorati provenienti dalla Cina potenzialmente pericolosi per la salute dei bambini. La Guardia di Finanza locale nell’ambito dell’operazione “Scuola sicura” ha effettuato il sequestro dei prodotti incriminati, il cui contenuto tossico può provocare anche il cancro.

Scongiurato il pericolo per i bambini

I pastelli incriminati, reclamizzati attraverso volanti di tre grandi aziende distributrici italiane, erano sprovvisti del marchio CE di sicurezza e sono stati recuperati in quasi 800 supermercati del Trentino. Il titolare della società in provincia di reggio Emilia che ha importato i prodotti tossici è stato denunciato per il reato sulla sicurezza dei giocattoli e rischia oltre un anno di carcere.

Leggi anche:  Cervello, la forza con cui si impugnano gli oggetti è collegata alle capacità cognitive