In un piccolo paesino della Sardegna il sindaco ha protestato con segnali di fumo per la mancanza di linea per i cellulari e dell’ADSL

Nell’Italia del digital divide c’è chi non ci sta ad essere escluso dalla Rete. Il sindaco di Nughedu Santa Vittoria (OR), Francesco Mura, si è stufato di non poter accedere ad Internet con il suo smartphone e di vagare per il paese in cerca di segnale. Per dimostrare tutta la sua indignazione ha scelto di fare come gli indiani d’America.

Segnali di fumo per le Telco

Il sindaco, con tanto di fascia tricolore d’ordinanza, ha raccolto della sterpaglia davanti alla chiesa locale intitolata a San Giacomo e, dopo avergli dati fuoco, con una coperta ha cominciato ad inviare i tipici segnali di fumo dei pellerossa alle compagnie telefoniche.

“Il digital divide sta bloccando lo sviluppo del nostro paese, anzi ci sta condannando a morte.  – ha spiegato Mura – Quale imprenditore aprirebbe un’attività commerciale se non può usufruire della rete Internet? Come fanno i giovani a vivere qui se non possono neppure collegarsi al sito della loro università, né inviare un curriculum attraverso la posta elettronica?

Leggi anche:  Mobilità urbana: Milano al 6° posto del Kantar Mobility Index