Sono aperte le iscrizioni per partecipare al “Premio Ricoh”, concorso per giovani artisti contemporanei, organizzato da Ricoh Italia e Art Relation con il patrocinio dell’assessorato alle Politiche giovanili della Provincia di Milano e del Comune di Vimodrone.

I giovani, attraverso le loro opere d’arte, dovranno esprimere e interpretare i “valori” Ricoh riassumibili in “impegno nell’innovazione”, “semplificazione della vita e del lavoro”, “attenzione all’ambiente e ai principi della responsabilità sociale”. Questi concetti non devono necessariamente tradursi a livello artistico in modo simbolico o didascalico, ma rappresentano un puro spunto creativo, lasciando all’artista piena libertà espressiva.

Le opere dovranno avere un connotato innovativo ed essere realizzate attraverso le principali modalità espressive dell’arte contemporanea: pittura, disegno, grafica, digital art, fotografia,video art, scultura/installazione, mixed media.

Gli artisti partecipanti al concorso devono essere nati dal 1970 in poi e frequentare, aver frequentato o essere iscritti ad un’Accademia o Scuole d’arte italiana. La partecipazione al concorso è gratuita.

La data ultima per l’iscrizione è venerdì primo ottobre 2010.

Le opere finaliste saranno giudicate da una giuria presieduta dal professor Giacinto di Pietrantonio, uno dei più autorevoli esperti d’arte a livello internazionale, e sarà composta da esponenti del mondo dell’arte, della comunicazione, della business community e delle istituzioni.

Sono previste 3 categorie (arte/disegno/grafica, fotografia/video art/digital art, sculture/installazioni) per ognuna delle quali sarà indicato un vincitore a cui si aggiunge un vincitore assoluto.

Leggi anche:  "Guido Guidi. In Sardegna: 1974, 2011" vince il Premio Hemingway 2020

I 4 vincitori saranno premiati con una statuetta simbolo del premio.

Inoltre, Ricoh acquisterà l’opera del vincitore assoluto per 1.500,00 euro e quelle dei 3 vincitori di categoria per 1.000,00 euro cadauna.

Queste 4 opere entreranno a fare parte della collezione Ricoh. È prevista inoltre, per le altre opere finaliste un’asta a forte componente di solidarietà.

“L’assessorato alle Politiche giovanili della Provincia di Milano ha deciso di investire sui giovani considerando l’essere giovani come una risorsa positiva sulla quale investire con alcuni importanti progetti”, ha detto l’assessore alle Politiche giovanili, Cristina Stancari.

“Dopo il bando “Fare work” con cui abbiamo dato la possibilità a 75 giovani, a 13 imprese creative e a 6 cantieri produttivi di acquisire, attraverso lezioni e seminari, gli strumenti basilari per accedere al mondo del lavoro in campo artistico, è la volta del Premio Ricoh che premierà i 4 vincitori, non solo con un contributo in denaro. Infatti le opere finaliste saranno inserite in un catalogo ed esposte in una mostra che si terrà a Milano”, ha concluso l’assessore Stancari.

“Aderiamo a questa iniziativa per i suoi molteplici risvolti positivi”, osserva il Vicepresidente e Assessore alla Cultura della Provincia di Milano, Novo Umberto Maerna. “Il premio Ricoh coniuga infatti la cultura d’impresa con la possibilità, concessa ai giovani artisti, di mettere a frutto il proprio talento. Per chi come noi punta a una cultura partecipata, condivisa, aperta alla partecipazione ed ai giovani aderire al premio Ricoh significa investire sul futuro degli artisti milanesi.

Leggi anche:  "Il mio gioco preferito - seconda parte", il nuovo disco di Nek

Metteremo inoltre a disposizione Spazio Oberdan, una vetrina di prestigio capace di dare una grande visibilità alle opere che verranno selezionate. Il significato più profondo di iniziative come queste, per le giovani generazioni, è che i risultati e gli obiettivi si raggiungono con sacrificio, passione, impegno e dedizione”, conclude Maerna.

«Ricoh Italia si è sempre impegnata in azioni di responsabilità sociale», ha affermato Mirko Bianchi, former executive president della società, «con questo progetto abbiamo voluto dare ai giovani artisti un’occasione per farsi conoscere.

Ricordiamo che neanche il 10% di chi frequenta le accademie o le scuole d’arte riesce poi a trovare un lavoro attinente ai propri studi. Partecipare a un premio presieduto da un esperto importante, come il professor Di Pietrantonio, e a una mostra presso una sede espositiva di primo piano aiuterà senz’altro questi giovani a entrare nel mondo dell’arte»

Per informazioni e per ricevere il bando di concorso scrivere a: info@artrelation.it oppure telefonare 028361578 – 3663007627.