Per il primo anno l’azienda di software aderisce all’iniziativa “Bimbi in ufficio” promossa dal Corriere della Sera. Tante le iniziative e oltre 70 i bambini coinvolti.

SAS, leader nei software e servizi di Business Analytics e più grande società indipendente nel mercato della BI, per il primo anno aderisce alla “Festa dei bimbi in ufficio”, l’iniziativa promossa dal Corriere della Sera per coinvolgere i bimbi e renderli partecipi della quotidianità dei propri genitori mostrando il luogo di lavoro di mamma e papà. L’iniziativa si terrà il 21 Maggio, in contemporanea presso le sedi SAS di Milano e Roma.

Le mamme e i papà che lavorano in SAS potranno allontanarsi dagli uffici alle 11.00 per andare a prendere i propri bambini. Alle 14.00 inizierà la visita agli uffici per ritrovarsi intorno alle 14.45 e dare inizio alle diverse attività di intrattenimento in programma:

Caccia all’Ingrediente, uno speciale gioco dell’oca che prevede movimento, prove sfiziose e magia culinaria. Scopo del gioco conquistare tutti gli ingredienti necessari per realizzare un fantastico paesaggio;

Laboratorio di Disegno, spazio creativo che darà modo ai bambini di disegnare, tra fantasia e realtà, mamma e papà che lavorano;

Spettacolo di Magia Classica, un mago incanterà i bambini con illusionisti che sfuggono dalle corde, che fanno apparire oggetti in scena;

– e ancora Truccabimbi e Sculture di Palloncini.

Leggi anche:  50 anni fa, il Maggiolino Volkswagen diventò "campione del mondo"

Seguirà una speciale merenda a buffet.

Per i più piccoli sarà a disposizione una nursery e una stanza attrezzata per l’allattamento.

“Questa iniziativa si colloca nell’ambito delle numerose attività che SAS svolge per agevolare il work-life balance dei propri dipendenti – spiega Elena Panzera, Direttore Hr di SAS Italia e madre di Eva due anni e 6 mesi. “Tra i nostri dipendenti – che hanno un’età media di 39 anni – ci sono molte mamme e papà. Questa è una splendida occasione per passare un pomeriggio di festa e condivisione con la propria famiglia e i colleghi”.