L’aumento delle temperature sta riducendo l’habitat dei koala che ora hanno difficoltà a trovare cibo e luoghi in cui ripararsi dal sole

Il koala, uno degli animali simbolo dell’Australia insieme al canguro, è sempre più a rischio estinzione. L’aumento delle temperature causato dal surriscaldamento globale, unito all’urbanizzazione incontrollata, non solo sta distruggendo l’eucalipto, la sua primaria fonte di cibo, ma sta anche riducendo il numero degli alberi che questo animale usa per proteggersi dalla calura. L’allarme è lanciato dai ricercatori dell’Università di Sidney.

Serve una nuova politica di preservazione dell’habitat

I ricercatori hanno studiato 40 koala grazie a un sistema GPS e hanno scoperto che il marsupiale utilizza alberi diversi da quelli di cui si nutre per proteggersi da calura e siccità. Ciò significa che per proteggere i koala non basta salvare gli eucalipti ma anche le piante che utilizza per ripararsi dal sole. “La nostra ricerca è la prima a considerare con la stessa importanza gli alberi-riparo e gli alberi-cibo nella vivibilità degli habitat di koala”, ha affermato Mathew Crowther, responsabile dello studio.

“I koala banno bisogno per sopravvivere di una combinazione delle giuste specie di alberi-cibo e di più freschi alberi-riparo” – ha continuato Crowther – “Un quarto dei koala che abbiamo studiato è perito nella canicola del 2009 e l’Australia ha appena avuto i 12 mesi più caldi da quando sono iniziate le misurazioni climatiche”.

Leggi anche:  Canon Digital Imaging Partner del Festival Cortona On The Move 2021

Uno studio della University of East Anglia ha stimato che entro il 2080, a causa dell’innalzamento delle temperature, il 50% delle specie animali scomparirà dalla Terra. La vicenda dei koala è un chiaro esempio che il processo è già iniziato.