Sono 120 i siti a contenuto pedopornografico che ogni giorno vengono aperti in Italia, Paese che tristemente si piazza al 5° posto nella classifica mondiale per diffusione ed utilizzo di materiale di questa natura.

SonicWALL, azienda affermata per la fornitura di infrastrutture di rete sicure, è di nuovo in prima linea nella lotta a questo fenomeno.

Venerdì 26 Febbraio, SonicWALL prenderà parte alla tavola rotonda dal titolo “Lotta alla pedofilia online, un impegno comune”, organizzata da Safe Network, società di Genova operante su tutto il territorio nazionale nel campo dell’ICT, con specifico riferimento alla sicurezza informatica, dal Circolo Culturale del Lavante, associazione che opera sul territorio e che si occupa di fenomeni sociali e con il patrocinio del Comune di La Spezia.

Il fine dell’incontro è quello di dispensare soluzioni e consigli concreti per prevenire e arginare questo fenomeno dilagante.

In particolare, l’evento si rivolge alla cittadinanza, genitori principalmente, che vogliano essere aggiornati sulle modalità di adescamento dei minori in rete e che vogliano conoscere i metodi per proteggere i propri figli dalle minacce che si celano dietro il web.

Le soluzioni molto spesso consistono in semplici accorgimenti che, se messi in atto, possono sventare contatti indesiderati. I minori hanno un’attitudine naturale e spiccata all’utilizzo della tecnologia.

La stessa cosa non si può certo dire dei genitori che, per semplice non conoscenza dell’argomento, sono spesso ignari dei pericoli che i figli corrono ogni volta che si connettono alla rete.

Leggi anche:  Weber Summit Kamado, i nuovi top di gamma dei barbecue a carbone

La tavola rotonda è un evento che rientra in un più ampio programma di lotta alla pedopornografia: WebControl è il nome del progetto che Safe Network ha ideato e che ha già coinvolto società come Doimo Cityline, società che produce camerette per bambini, e la stessa SonicWALL.

Lo scorso hanno le tre aziende hanno presentato WebWatch, la scrivania multimediale, un concentrato di tecnologia protetta, che tutela dalle minacce del web.

“Non si può negare la navigazione sul Web ai ragazzi solo per proteggerli, sarebbe una limitazione eccessiva. Penso che le cose vadano affrontate, non evitate.

E’ importante però che i genitori conoscano i rischi che si celano in Internet e che possano fruire di strumenti adatti a combattere queste insidie” ha sostenuto Giorgio Sgarra, AD di Safe Network.

“L’attività principale di SonicWALL è da sempre la protezione delle reti informatiche di una clientela business e quindi uffici, aziende e pubbliche amministrazioni.

Negli ultimi anni però la nostra attenzione si è focalizzata anche alla lotta al crimine della pedofilia. In quest’area le nostre tecnologie di deep packet inspection vengono applicate per uno scopo molto importante: la protezione e la tutela dei ragazzi che utilizzano internet.

Momenti di incontro come questi sono fondamentali per sensibilizzare l’opinione pubblica e fornire soluzioni reali al problema. E’ di vitale importanza non abbassare la guardia, perché purtroppo questi criminali, i pedofili, non si fermano ed utilizzano in maniera sempre più scaltra la rete per ingannare ed abusare dei minori” ha commentato Cristiano Cafferata, System Engeneering SonicWALL Italia.

Leggi anche:  Jabra, nuove varianti di colore per gli auricolari Elite 85t