La sonda Curiosity in esplorazione su Marte ha registrato uno strano bagliore provenire dal terreno. Alcuni pensano che si tratti di alieni

Nella sua incessante ricerca di prove della vita su Marte la sonda Curiosity ha fatto una scoperta che ha lasciato gli scienziati piuttosto interdetti. Il 2 aprile una delle sue telecamere ha ripreso un bagliore che sembrava scaturire dal suolo. I sostenitori dell’esistenza degli alieni si sono subito scatenati affermando che la luce registrata da Curiosity è di origine extraterrestre. La NASA, che a più riprese ha affermato che non sono state ancora trovate prove della vita su Marte, non è certamente dello stesso avviso.

La NASA cerca una spiegazione

Il portavoce della NASA, Guy Webster, ha subito frenato l’entusiasmo affermando che l’agenzia sta ancora cercando le origini del fenomeno, che comunque difficilmente sarebbe di origine aliena. Le teorie più accreditate ritengono che la luce sia un riflesso prodotto da un piccolo geyser, come era già stato osservato in passato, o che si tratti di un riflesso. A sostegno di quest’ultima tesi c’è il fatto che la seconda telecamera di Curiosity, che riprende lo stesso soggetto ma da una prospettiva differente, non ha registrato nulla.

Leggi anche:  Canon Digital Imaging Partner del Festival Cortona On The Move 2021