Pensionamento, secondo i geriatri fa male alla salute

Alzarsi dalla sedia ogni ora e camminare per dieci minuti: è questa l’ultima prescrizione dei medici per salvare gli anziani dalle patologie legate alla sedentarietà

Il consiglio è il risultato di una serie di recenti ricerche pubblicate in un nuovo libro di James Levine, esperto di malattie legate alla sedentarietà.
L’endocrinologo Levine è autore del libro “Alzati: Perché la tua sedia ti sta uccidendo e cosa puoi fare”. E le insidie nascoste dietro alla cosiddetta “Sitting Disease” – la “malattia dello stare seduti” – sono molte più di quanto ci si immagina: si parla di 34 diverse patologie legate alla sedentarietà, dal diabete del tipo due al declino cognitivo, dal cancro agli ictus, alle cardiopatie. Secondo un recente studio le persone che stanno meno sedute hanno aspettative di vita più elevate. In pratica, sedersi nasconde rischi insospettati, di cui sarebbe opportuno tenere conto per prevenire problemi anche gravi per la salute.

Alzarsi dalla sedia almeno dieci minuti al giorno

I suggerimenti che Levine elargisce nel suo libro sono rivolti agli adulti, ma con una particolare attenzione agli anziani: “Fare attività fisica 30 minuti al giorno va bene – ha osservato l’endocrinologo – ma non può certo contrastare gli effetti negativi dello stare seduti tutto il giorno. Ciò che bisogna fare è alzarsi dalla sedia, dalla poltrona o dal sofà almeno dieci minuti ogni ora e muoversi. Questo è particolarmente importante per i pensionati che vogliono vivere una esistenza piena dopo una vita di lavoro”.

Un toccasana contro la sedentarietà sono anche brevi passeggiate ogni mezz’ora o un’ora, anche per sbrigare faccende domestiche come piegare la biancheria in piedi o fare shopping nei negozi, piuttosto che pedalare sulla cyclette guardando la tv o parlare al telefono camminando per casa.