google

Uno stagista ha bloccato per 45 minuti tutte le inserzioni gestite dall’azienda sui siti americani e australiani. Big G ha perso 10 milioni di dollari per questo errore

Un tasto sbagliato probabilmente influenzerà per sempre la futura carriera lavorativa di uno stagista di Google. Durante un corso riguardante il funzionamento del sistema che gestisce la pubblicità, un dipendente del colosso di Mountain View ha bloccato le inserzioni su tutto il territorio degli Stati Uniti e Australia per circa 45 minuti. Al posto degli annunci su migliaia di siti è apparso un quadrato giallo utilizzato come banner di prova durante il test per i nuovi lavoratori. Google ha ammesso l’errore e ha comunque deciso di pagare i gestori dei siti colpiti da questo problema tecnico come prova dell’importanza che hanno per l’azienda. I siti che utilizzano Google Adsense infatti percepiscono una percentuale sui ricavi derivanti dai click sui bannere. Stando alle stime del Financial Times, il danno economico dovuto dall’errore del lavoratore inesperto sarebbe intorno ai 10 milioni di dollari. Si tratta di una cifra non particolarmente alta per le casse di Google ma la credibilità del colosso americano è stata comunque scossa. Al momento non è possibile sapere quale sarà il destino dello stagista distratto ma certamente avrà ricevuto una bella ramanzina. Dato l’errore è forse più probabile che sia stato accompagnato all’uscita.

Leggi anche:  Ford Ranger Black Edition, quando il buio non fa più paura

La pubblicità è la principale fonte di reddito per Google, che solo nei tre mesi passati ha ottenuto l’86% del suoi ricavi dal settore advertising per un totale di 28,95 miliardi di dollari.