Il fumo può danneggiare la vista, ecco cosa si rischia

Il fumo fa male agli occhi e può portare alla cecità, ma sono una persona su cinque lo sa

Il fumo è un vizio che causa oltre 40 patologie e che ad oggi accomuna quasi un miliardo di persone, più o meno consapevoli dei rischi che corrono per la propria salute.

Un rischio poco conosciuto

Spesso smettere risulta molto più difficile di quanto si creda: fumare crea infatti una dipendenza che ha una matrice genetica e gli effetti lasciano una firma persistente nel Dna umano, tanto che anche chi ha smesso di fumare da 30 anni presenta ancora una traccia nel Dna.
Solo una persona su cinque riconosce che fumare può portare alla cecità, come rivela la Association of Optometrists (AOP), basata in Regno Unito. Ciononostante i fumatori hanno il doppio delle possibilità di perdere la vista, spiega il Royal National Institute of Blind People (RNIBP), l’associazione inglese degli ipovedenti.

Dalla cataratta alla cecità

Il fumo del tabacco può infatti causare o peggiorare condizioni patologiche dell’occhio, contenendo sostanze chimiche tossiche che possono irritare e causare danni anche gravi agli occhi.

Metalli pesanti, come piombo e rame, possono accumularsi nel cristallino, un organo trasparente situato all’interno del bulbo oculare dietro alla pupilla che focalizza i raggi solari, e causare la cataratta.

Leggi anche:  Longevità, nel 2040 metà delle nazioni vivrà di meno

Anche i problemi alla vista legati al diabete possono peggiorare fumando, in quanto vengono danneggiati i vasi sanguigni dietro all’occhio (la retina). Inoltre si rischia 3 volte di più di sviluppare la degenerazione maculare legata all’età, una condizione che priva della capacità di vedere i dettagli.

Risulta poi maggiore di 16 volte il rischio di perdere improvvisamente la vista a causa della neuropatia ottica, che blocca l’arrivo di sangue all’occhio.

Su 2006 adulti, solo il 18% ha dimostrato di conoscere il legame tra il fumo e il rischio di cecità o perdita della vista, mentre tre quarti (il 76%) sanno che il fumo è legato al cancro. Per evitare di correre questo rischio il modo migliore è ovviamente smettere o evitare di fumare, oltre a sottoporsi a controlli oculistici regolari.