Nuova Nissan GT-R NISMO 2020

Tecnologia e prestazioni senza compromessi

La Nissan GT-R NISMO 2020 è il prodotto di due tra i più importanti brand Nissan: GT-R che significa 50 anni di storia, tradizione, successi nelle corse e tanti appassionati in tutto il mondo, e NISMO, NISsan MOtorsports International Co., il settore sportivo Nissan che persegue le massime prestazioni, con un’attenzione maniacale per i dettagli. Assolutamente fedele ai valori NISMO, la Nissan GT-R NISMO 2020 è una versione più estrema e pensata per la pista rispetto alla serie GT-R; il risultato di miglioramenti rigorosi che l’hanno resa un’auto stradale ancora più brillante ed emozionante.

La GT-R NISMO 2020 significa equilibrio totale. Nuovi turbocompressori testati in gara, controllo del cambio migliorato, componenti più leggeri, ridotta massa globale e perfezionamento di freni, ruote e pneumatici. Tutto questo si è tradotto in una diminuzione di 2,5 secondi per giro sul circuito di prova Nissan e un miglioramento della stabilità ad alta velocità della GT-R, velocità che raggiungono i 300 km/h. Ecco come Nissan è riuscita a raggiungere questi importanti risultati.

Valorizzando la mentalità kaizen

Alla base di GT-R NISMO c’è la mentalità kaizen, ovvero la ricerca della perfezione attraverso il miglioramento continuo. Tale approccio è condiviso da tutto il team che ha collaborato alla sua realizzazione, mettendosi continuamente alla prova, animato da curiosità e da una mentalità che osa sempre, controllando ogni minimo dettaglio. I piccoli miglioramenti possono sembrare insignificanti, ma tutti insieme creano una differenza tangibile. E il miglioramento va al di là di numeri e prestazioni, GT-R NISMO diventa un prolungamento del corpo e della mente del conducente, mentre percorre la strada o il circuito.

Sotto la guida di Tamura, realizzata dal team

Hiroshi Tamura, Chief Product Specialist, meglio noto come “Mr. GT-R”, lavora in Nissan da oltre trent’anni. Intenzionato a sviluppare e migliorare la serie GT-R, è stato presente praticamente in ogni fase della creazione del modello.

La sua passione per le auto sportive Nissan più leggendarie si è manifestata presto. A soli 10 anni, guardava Takanashi Kunimitsu portare oltre il traguardo la sua macchina da corsa Skyline GT-R 2000 bianca e blu, su un bagnatissimo circuito del Fuji, battendo rivali di tutto rispetto come Mazda e la sua RX3. In quel momento, Tamura ha capito che guardare la GT-R non gli bastava, voleva partecipare attivamente al suo successo.

Oggi, Tamura fa in modo che la GT-R migliori continuamente, anno dopo anno, sempre in testa alla crescente concorrenza, con le costosissime supercar e, in alcuni casi, hypercar.

GT3 turbo per VR38DETT

La competizione aiuta a migliorarsi, è proprio questo il caso della GT-R NISMO 2020. Come nelle corse, la precisione è il fattore chiave per ottenere le prestazioni. Ogni motore VR38DETT è assemblato a mano dall’inizio alla fine in un’apposita camera bianca da tecnici scelti chiamati takumi. Un’élite che assembla il complesso propulsore con una passione e precisione da veri artigiani. Proprio come l’artista che firma la propria opera, i takumi applicano sulla parte anteriore del motore una targa speciale in alluminio che ne certifica lo standard qualitativo.

Leggi anche:  Ritratti: Andrè Citroën

I nuovi turbocompressori sono gli stessi attualmente utilizzati nella versione GT3 da corsa della serie GT-R. Utilizzano una turbina a 10 palette (una meno del modello attuale), il cui spessore è stato ridotto di 0,3 millimetri. Questo ha permesso di ridurre la massa della turbina del 14,5% e la sua inerzia del 24%, migliorandone i tempi di risposta. Tuttavia, una paletta in meno riduce la portata e per questo è stata creata per contrasto una nuova piastra posteriore, per migliorare sensibilmente l’efficienza del flusso, evitando che i gas di scarico fluiscano dietro le pale della turbina. L’avanzata analisi di dinamica dei fluidi e delle sollecitazioni ha permesso di disegnare un nuovo profilo delle palette della turbina, che offre maggiore efficienza, maggiore portata dei gas di scarico e migliore risposta del turbo in tutte le situazioni.

Il grafico seguente mostra il miglioramento della risposta confrontando la vettura con la GT-R NISMO precedente, in accelerazione da 110 km/h e 4.000 giri/min in quarta (modalità manuale). La risposta è immediata e si percepisce subito. Il grafico successivo illustra la risposta del motore, migliorata del 20%, quando il conducente aumenta la pressione sul pedale dell’acceleratore, dall’apertura 0% all’apertura totale della farfalla. Mentre la potenza resta invariata a 441 kW (600 CV), le prestazioni sono più brillanti.

Il nuovo sistema di scarico in titanio, con estremità brunite a mano, produce nell’abitacolo un suono deciso, ma non sgradevole.

In modalità R, il cambio a 6 marce con doppia frizione migliorato ora risulta più aggressivo e intuitivo, grazie a un nuovo algoritmo dell’Adaptive Shift Control (ASC). Viene così scelta la marcia più adatta per ogni situazione di guida, avvertibile soprattutto in frenata e in prossimità di una curva, dove la trasmissione appare più precisa, con reazioni più rapide di scalata di marcia, che contribuiscono a ridurre il sottosterzo all’ingresso. L’accelerazione migliora anche in uscita da una curva, con velocità del motore mantenuta più alta grazie all’inserimento di marce più basse.

Aerodinamicità, design e tanta fibra di carbonio

Il design della GT-R NISMO 2020 si evolve puntando all’aerodinamica. Le modifiche sono funzionali, aumentano il raffreddamento dei punti chiave come vano motore e freni, senza pregiudicare il coefficiente di resistenza aerodinamica di 0,26.

Il modello GT-R più potente ed esclusivo si distingue anche per la quantità di fibre di carbonio presenti in tutto il veicolo. La maggior parte dei componenti è stata alleggerita. Tra questi, paraurti anteriori e posteriori, parafanghi anteriori (-4,5 chilogrammi), cofano (-2 chilogrammi), tetto (-4 chilogrammi), rivestimenti dei sottoporta, bagagliaio e spoiler posteriore. Applicando l’approccio kaizen, ogni componente è stato ottimizzato in modo da ridurre il peso, aumentare la deportanza e migliorare il profilo aerodinamico. Insieme, questi interventi sugli esterni hanno permesso di risparmiare 10,5 chilogrammi sul peso totale, oltre ai quasi 20 chilogrammi derivanti da altre migliorie o nuovi componenti.

Leggi anche:  Milano: il legame tra ristoranti stellati e mercato immobiliare

Il componente con la presenza più significativa di fibre di carbonio è il tetto. Per la versione 2020, il tetto in fibra di carbonio riduce di molto il peso, dove il peso è più importante, abbassando il baricentro e migliorando manovrabilità e sensibilità. La realizzazione del pannello del tetto utilizza una tecnica pionieristica a livello mondiale, che abbina il processo PCM (Prepreg Compression Molding) a una struttura a sandwich con lastra di carbonio e schiuma rigida leggera. La struttura in carbonio acquisisce così una trama più fitta e leggera, che migliora l’isolamento acustico e conferisce un aspetto particolare. Altre modifiche della struttura in fibra di carbonio sono le prese d’aria tipo NACA sul cofano, integrate nella struttura accoppiata.

Alla GT3 da corsa della serie GT-R si è ispirato fortemente il design dei nuovi parafanghi anteriori, che ora sfoggiano feritoie di ventilazione che aumentano di 7 kgf la deportanza, senza incrementare la resistenza aerodinamica. Anche i paraurti ventilati testati nella galleria del vento agevolano il flusso dell’aria sulla carrozzeria ed evitano le turbolenze sull’alettone posteriore, aumentando la stabilità alle alte velocità. Come elemento multi-funzionale, aiutano inoltre a convogliare l’aria calda fuori dal vano motore.

Le opzioni cromatiche della Nissan GT-R NISMO 2020 comprendono Solid Red, Jet Black Pearl, Super Silver Quadcoat e Pearl White Tricoat. Tutte le tonalità prevedono specchietti esterni neri, che differenziano questo modello dagli altri della serie GT-R.

I freni: pinze Brembo e dischi in carboceramica

Nissan ha collaborato con il produttore italiano di freni Brembo per creare un nuovo pacco freni per la GT-R NISMO 2020. Grandi pinze speciali e dischi in carboceramica, i più grandi mai montati su una performance car giapponese, con 410 mm (16,1 pollici) sull’avantreno e a 390 mm (15,3 pollici) sul retrotreno.

Le pinze anteriori a sei pistoni e posteriori a quattro pistoni sono straordinariamente rigide. La struttura completamente rinnovata ne migliora sensibilmente i tempi di reazione. Il pedale del freno risulta più reattivo e progressivo, con feedback completo che consente una modulazione precisa della forza frenante. Ne deriva una capacità di cambiare velocità più rapidamente ed efficacemente, pur mantenendo la compensazione del “fade”.

Il vantaggio principale deriva dalla struttura in carbonio e carburo di silicio dei dischi stessi, che consente una riduzione totale di 16,3 chilogrammi del peso delle masse sospese. Montata su campane centrali in billetta di alluminio sospese, la struttura con il nuovo rotore e pinze oversize è completata da nuove pastiglie dei freni appositamente formulate, che creano livelli maggiori di frizione sul regime operativo massimo. Le pastiglie consentono anche di sentire il pedale più stabile e affidabile.

Il raffreddamento del disco è stato migliorato modificando l’angolo di montaggio delle guide pneumatiche e consentendo quindi un maggiore flusso d’aria verso il centro. Infine, le pinze sono state trattate con vernice gialla termoresistente, che non solo può resistere a temperature oltre 1.000 °C, ma anche allo scolorimento da uso gravoso e cicli di temperatura ripetuti.

Leggi anche:  Il bracciale più lungo del mondo firmato Rubinia Gioielli

Manovrabilità, aderenza e sterzata ridefinite

Le sospensioni ottimizzate della GT-R NISMO 2020 aumentano la stabilità in curva (accelerazione laterale), grazie a una migliore risposta all’imbardata e una marcia più fluida. La sterzata è un capolavoro di precisione e linearità, e richiede correzioni minime fino ai 300 km/h.

Gli esclusivi cerchi RAYS da 20 pollici hanno un peso inferiore di 100 grammi e un nuovo design a 9 razze, che aumenta la rigidità nonostante la riduzione di peso. Il logo NISMO bianco e rosso con taglio a diamante sulla corona, ne caratterizza l’esclusività.

Il nuovo design degli pneumatici Dunlop prevede una nuova mescola in gomma, che aumenta del 7% l’aderenza, mentre il battistrada con una scolpitura in meno aumenta dell’11% l’impronta di contatto. La spalla degli pneumatici ha una forma leggermente più arrotondata che garantisce un maggiore contatto superficiale con il fondo quando l’auto si inclina in curva, e quindi maggiore aderenza. In generale, la forza in curva degli pneumatici raggiunge il 5%. Ne risulta migliorata rispetto al modello attuale anche la risposta di sterzata in termini di allineamento e stabilità, senza pregiudicare le prestazioni di resistenza al rotolamento.

Gli ammortizzatori Bilstein DampTronic hanno un ritorno controllato sia in estensione (20% più morbido) che in compressione (5% più morbido), tenendo conto della riduzione di quasi 30 chilogrammi del peso totale. La taratura delle molle rivista rende più lineare la risposta di sterzata e aumenta la tenuta di strada.

La mentalità kaizen impone una grande cura dei particolari, che arriva fino alla struttura del telaio. La speciale giunzione tra saldature del telaio e carrozzeria lo rende più robusto e garantisce maggiore tenuta alle imperfezioni e maggiore precisione in tutti i controlli quando si spinge a fondo il veicolo.

All’interno, un comfort avvolgente

Nell’abitacolo, gli esclusivi sedili anteriori della GT-R NISMO creati da Recaro sono stati migliorati per la versione 2020 e sono ancora più avvolgenti per conducente e passeggero (non disponibili in USA/Canada). Questo è possibile grazie alla struttura a tre strati, dove la struttura principale interna è inserita in un sandwich in fibra di carbonio e migliora il sostegno alla parte superiore del corpo. L’integrazione di un telaio interno al guscio in carbonio ha aumentato la rigidità torsionale dei sedili (ca. 20%), contro la flessione in curva e per un maggiore sostegno in frenata. Tutto questo non ha avuto conseguenze sul peso: ogni sedile è 1,4 chilogrammi più leggero.

Disponibile solo una combinazione di colori: pelle nera NISMO con particolari rossi. Gli inserti sono in eco pelle rossa; rivestimenti in Alcantara grigio scuro per volante, cruscotto e rifiniture del tetto.