Foto di Cosimo Buccolieri

“Musica (E il resto scompare)” ha fatto il suo debutto ieri sera sul palco dell’Ariston, cantata da Elettra Lamborghini

Il 14 febbraio verrà pubblicato “Twerking queen – El resto es nada”, che conterrà le 10 tracce di “Twerking queen”, disco di debutto di Elettra Lamborghini, due inediti e altre chicche.

Perché hai scelto di venire al Festival di Sanremo?

L’idea che non mi era mai venuta, poi un giorno mi sono svegliata da un pisolino dopo una data e ho detto: lo facciamo? Ma perché non portare qualcosa di nuovo? È la canzone che vince, il personaggio conta perché se no forse non sarei nemmeno qua, però il brano è il fulcro. Ma dietro la canzone c’è la persona, ci sto mettendo lacrime e sudore, volevo si vedesse il lavoro di mesi. Ieri ero veramente emozionata e si è visto.

Ieri sera sembrava che la tua voce fosse coperta dalla musica, non si sentiva bene…

Penso sia stato un problema audio, anche io non mi sentivo in cuffia.

Ti sei rivista nella tua esibizione di ieri sera?

Mi sono rivista solo oggi, non mi piace tanto riguardarmi, e mi sono vista bene. Ero molto emozionata, l’abito non mi aiutava perché era molto stretto ed ero poco espressiva a causa della grande tensione. Prima di salire sul palco Fiorello mi ha detto che era solo una canzone, di prenderla così.

Leggi anche:  I nuovi Gigaset E290, piacevolmente semplici

La canzone ha sonorità estive: ci accompagnerà fino in spiaggia?

Sicuramente con l’album in uscita ci saranno nuovi pezzi. Dicono che “Musica” durerà tanto ma non sarà eterno: a me piace far uscire sempre musica nuova.

Cosa significa per te cantare?

Tutto. Per questo ieri ero molto emozionata. La “Musica” mi interessa davvero, è la prima cosa e tutto il resto davvero scompare e in questo momento mi identifico moltissimo in questa canzone.

In prospettiva come vedi la tua carriera?

Ho appena iniziamo ma ci tengo tanto e voglio sempre di più. Voglio dare il meglio di me stessa. Guardandomi indietro vedo che ho fatto dei grandi passi dall’inizio. Per preparami a Sanremo ho passato tre mesi di studio con la vocal coach e per le coreografie. Davvero ci ho messo impegno.