Amazon, con StyleSnap arrivano i consigli per lo shopping

Presentata la nuova funzione che sfrutta l’intelligenza artificiale (IA) per aiutare gli utenti nella scelta dei vestiti

Cosa mancava ancora ad Amazon per migliorare ulteriormente l’esperienza di shopping? Dopo l’idea del drone per le consegne, durante la conferenza re:Mars l’azienda ha presentato un nuovo servizio chiamato StyleSnap, che, come spiegato sul proprio sito, si prefigge l’ambizioso l’obiettivo di cambiare per sempre il modo di fare acquisti.

Sfruttando l’intelligenza artificiale, StyleSnap sarà infatti in grado di suggerire i capi di abbigliamento più adatti ai gusti dell’utente; questa utilissima funzione sarà prossimamente disponibile sull’app di Amazon, sia per iOS che Android, per il momento applicabile al settore moda, offrendo così un prezioso strumento di aiuto nella scelta degli articoli.

Basta scattare una foto per ricevere consigli

L’idea è quella di affidarsi alle immagini per superare il problema del tempo impiegato in lunghe ricerche per ritrovare online un vestito visto in giro ma mai più ritrovato.
Anche Internet a volte non ci facilita, perché “quando provi a fare una ricerca basata sul testo, i risultati sono molto lontani da ciò che cercavi”, come spiega Amazon in una nota ufficiale. La nuova funzione sfrutta invece gli algoritmi di Intelligenza Artificiale integrati, per cui basterà caricare attraverso l’app di Amazon una fotografia scattata o uno screenshot contenente l’outfit desiderato per ottenere da StyleSnap una lista di consigli basati sui prodotti riconosciuti nell’immagine, ordinati secondo vari fattori quali il brand, il prezzo e le recensioni dei clienti.

Come funziona SyleSnap?

Parlando di StyleSnap, Amazon spiega che “non è stata un’impresa facile” e racconta alcune delle difficoltà incontrate, prima far tutte quella di sviluppare un sistema in grado di riconoscere gli articoli di abbigliamento presenti in ogni tipo di immagine, dato che “le foto relative alla moda o i post degli influencer sono imprevedibili”, spesso contengono pose molto diverse e ambientazioni varie tra loro, tutti fattori che complicano il riconoscimento degli abiti in un’immagine.

Jeff Wilke, il Consumer Worldwide CEO, spiega che “la semplicità della costumer experience nasconde una tecnologia molto complessa”, che si affida a particolari algoritmi di apprendimento automatico basati sulle reti neurali artificiali per consentire il riconoscimento gli outfit presenti nelle foto. Il sistema è stato allenato per individuare diversi tipi di classi, dalle più semplici, come i colori, fino alle più complesse come le trame di un vestito: dopo aver esaminato ogni ‘strato’, gli algoritmi sono in grado di proporre vestiti simili a quelli dell’immagine caricata.
Questa nuova funzione favorisce anche l’attività degli influencer, aiutandoli “ad allargare le proprie comunità”, spiega l’azienda. Esiste infatti l’apposito Amazon Influencer Program che prevede ricompense per chi riesca a portare nuovi clienti all’acquisto su Amazon.

Leggi anche:  Corri con noi, la nuova iniziativa di Donna Moderna