Toluna, società che opera nel settore del digital market research, ha svolto un’indagine sul black friday, una febbre da cui ormai siamo contagiati anche noi

Dalla ricerca Toluna risulta che 8 italiani su 10 scelgono Amazon per la spesa del “venerdì nero”. Gli e-shop dei brand conquistano solo il 4% degli intervistati.

Una preferenza assoluta quindi per Amazon dettata dall’ampia scelta di prodotti (così ha risposto il 22% dei componenti del campione), dai prezzi competitivi (20%) e infine dalle offerte e promozioni proposte (18%). È stata valutata positivamente dai giovanissimi la rapidità di consegna (25%).

La metà del campione intervistato ha affermato che comprerà 1 o 2 prodotti; al sud Italia, però, la spesa aumenta fino a salire a 5 articoli. Il 45% degli intervistati provenienti dal Mezzogiorno dichiara infatti un carrello virtuale più ricco. A riprova di una maggiore propensione alla spesa per il black friday, tra coloro che pianificano acquisti per un valore economico superiore ai 200 euro prevalgono infatti gli abitanti dell’Italia meridionale (27%), seguiti da quelli di Nord (23%) e del Centro (19%). Più disposti alla spesa sono gli uomini: 1 su 3 dichiara uno shopping superiore ai 200 euro, mentre il 38% delle donne si pone come tetto massimo 100 euro.

Indagine Toluna: per il black friday compriamo elettronica

Al primo posto tra i prodotti acquistati si posizionano quelli che rientrano nel settore dell’elettronica (31%) a cui seguono l’abbigliamento (13%) e gli elettrodomestici (10%). Medaglia d’oro confermata anche dai Baby Boomer (35%) e dalle Generazioni Y e X (30%), mentre i giovanissimi puntano su abbigliamento, accessori e sport.

Leggi anche:  Salone di Ginevra: quattro anteprime mondiali per Volkswagen

La differenza generazionale si ritrova non solo nella scelta del prodotto ma anche nella modalità di acquisto. La Generazione Z è, come sappiamo, nativa digitale e soprattutto mobile-first consumer. Il 100% degli intervistati da Toluna di età compresa tra i 16 e i 18 anni dichiara infatti che farà i suoi acquisti utilizzando lo smartphone, mentre il pc resta il device preferito dalla Generazione X (68%) e dai Baby Boomer (76%).

Il prezzo, naturalmente, è la variabile più importante (per il 65% degli intervistati). Vengono poi tenute in considerazione le recensioni (13%) e successivamente i costi di consegna (7%). Medaglia di bronzo che gli uomini assegnano invece ai tempi di consegna (6%), ritenendoli più incisivi e determinanti del costo della consegna stessa (4%).

Pur essendo un servizio a pagamento, il 50% degli italiani ha dichiarato di avere un abbonamento annuale ad Amazon Prime: il suo costo è considerato adeguato per quasi 8 iscritti su 10. Il 97% degli intervistati abbonati al servizio ha risposto dicendo che lo consiglierebbe. Tra i motivi principali, i giovanissimi e i Millennial premiano la spedizione “Consegna Oggi”, rispettivamente con il 50% e il 35% delle risposte, mentre la Generazione X e gli over 55 apprezzano maggiormente i vantaggi extra come Prime Video, Prime Music, Prime Reading o Amazon Family, assegnando rispettivamente il 35% e il 40% delle preferenze.