Nasa, stagista 17enne scopre un nuovo pianeta con due soli

Il pianeta è grande quasi 7 volte la Terra e si trova a più di 1.300 anni luce dal Sistema Solare

Dopo solo tre giorni di stage alla Nasa, un ragazzo di 17 anni, Wolf Cukier, ha scoperto un nuovo pianeta in orbita attorno a due stelle. A darne notizia è la stessa Nasa tramite il suo sito, mentre la sorprendente scoperta è stata presentata nel convegno della Società Astronomica Americana ed è basata sui dati raccolti dal cacciatore di pianeti Tess (Transiting Exoplanet Survey Satellite) della Nasa.

Il pianeta è grande circa 6,9 volte la Terra e si trova a più di 1.300 anni luce di distanza dal Sistema Solare, nella costellazione Pittore.

La scoperta

“È stato fantastico”, ha commentato il ragazzo dopo la straordinaria scoperta, avvenuta nel luglio 2019 a meno di una settimana dall’inizio di uno stage al Centro spaziale Goddard della Nasa, subito dopo aver terminato il suo ultimo anno alla Scarsdale High School di New York.

“Erano passati solo tre giorni e stavo studiando i dati raccolti su un sistema formato da due stelle che si eclissavano a vicenda, ruotando l’una intorno all’altra”, ha spiegato il ragazzo alla Nasa. “Pensavo che le eclissi fossero dovute alle stelle, ma i tempi non corrispondevano e così ho pensato a un pianeta”.

Il pianeta è stato chiamato TOI 1338 b, acronimo di Oggetto d’Interesse di Tess. E’ inserito in un sistema con due stelle, che orbitano una attorno all’altra in 15 giorni e con masse simili al Sole, l’una un terzo e l’altra il 10% più alta della nostra stella.

Un esempio di “citizen science”

Questo tipo di scoperta è un perfetto esempio di ‘citizen science‘, la cosiddetta scienza svolta da comuni cittadini, che aiutano con il loro lavoro ad analizzare grandi quantità di dati raccolti dagli esperimenti.

Dopo la scoperta nel 2015 dell’esopianeta K2-18 b, su cui recentemente è stata individuata la presenza di acqua e quindi la possibilità di ospitare forme di vita, il telescopio spaziale Tess, ha recentemente individuato un nuovo sistema planetario formato da tre esopianeti  a 100 anni luce da noi, tra cui una sorella della Terra potenzialmente abitabile.

Leggi anche:  Eurovision Song Contest, il punto sulla prima semifinale