Bevuta con moderazione, la birra può apportare diversi benefici al nostro organismo

Oltre a essere un antidolorifico più efficace del paracetamolo, la birra ha molteplici effetti positivi sulla nostra salute: secondo una recente ricerca berne una o due a settimana riduce del 30% il rischio di infarto nelle donne e raddoppia la fertilità maschile, mentre un altro studio ha scoperto che berne una “piccola” al giorno aiuterebbe a preservare il colesterolo buono.

Inoltre nella birra sono state individuate nuove proprietà anti-tumorali, in grado di ridurre la diffusione delle cellule malate, facendo di questa bevanda un “chemioterapico” naturale.

Un bicchiere ha meno di 85 calorie

Ciò nonostante, quante volte abbiamo sentito dire che bere birra fa ingrassare?
A smentire questa diffusa credenza è la ricerca “Gli italiani e la birra” commissionata dall’Associazione dei Birrai e dei Maltatori (AssoBirra) ad AstraRicerche, che rivela che questa gustosa bevanda non fa ingrassare e conferma che è ricca di sostanze benefiche.

In base ai dati rilevati dall’indagine il 55% degli italiani ritiene invece che la birra sia dannosa per la linea, una credenza diffusa soprattutto tra le donne (58%) e i giovani (60 %), mentre il 63 percento crede invece che la bevanda “gonfi”.

Si tratta in realtà di un falso mito, alimentato soprattutto da contesti in cui viene consumata in dosi eccessive e accompagnata da pasti abbondanti e ricchi di grassi, che favoriscono l’accumulo di adipe sulla pancia.
In realtà un bicchiere di birra chiara da 250cc contiene meno di 85 kcal, meno di quelle contenute in tante altre bevande che si consumano quotidianamente.

Perché fa bene?

Dall’indagine è infatti emerso che ben tre italiani su quattro consumano birra, con un numero crescente di donne: il 70% delle italiane dichiara infatti di berla. AssoBirra dichiara anche che l’aumento del consumo di birra porta anche benefici economici, favorendo l’apertura di nuovi birrifici artigianali in tutto il Paese.

I benefici che la birra apporta alla salute sono dovuti alla presenza di preziosi nutrienti in essa contenuti, soprattutto minerali: potassio, selenio, magnesio, zinco, folati, cloro, vitamina B2, vitamina B3, senza contare le fibre e il contenuto di alcol ridotto. Bisogna ricordare che si tratta pur sempre di un prodotto che deriva dai cereali e che per il 90-93% è costituito da acqua. Il 40% degli intervistati da AstraRicerche ritiene che la birra possa essere associata a un’alimentazione sana, inoltre le vengono riconosciuti anche un potere antiossidante e la facilità di digestione. Come sempre, l’importante è non esagerare e bere in maniera responsabile.

Leggi anche:  Vino rosso, un bicchiere ogni due settimane tutela la salute intestinale