La versione speciale ad alte prestazioni della Avant rappresenta la massima interpretazione del concetto Audi RS 6. Con un tempo di 3,3 secondi per raggiungere i 100 km/h, è la RS 6 più veloce fino ad oggi. Sarà in Italia nel corso del secondo trimestre 2024

Anticipata dalla concept Audi RS 6 Avant GTO del 2020, Audi RS 6 Avant GT trae ispirazione dalla leggendaria Audi 90 quattro IMSA GTO del 1989, in grado di conquistare l’omonimo Campionato americano. Il design dell’avantreno è fortemente caratterizzato dalla finitura in nero lucido del single frame e delle prese d’aria, mentre lo splitter sottolinea l’impronta a terra della vettura. Il cofano motore, per la prima volta nella storia di Audi Sport, è realizzato in carbonio – parzialmente a vista – e si contraddistingue per il layout specifico. Le fenditure alle spalle dei passaruota anteriori ottimizzano i flussi in corrispondenza delle ruote e favoriscono il raffreddamento dei freni. Analogamente al cofano, anche i paraurti sono in carbonio: una novità assoluta per la gamma high performance dei quattro anelli.

Realizzata a tiratura limitata in 660 esemplari: look ancora più muscolare grazie a cofano e paraurti specifici in carbonio, pellicole adesive ispirate alla leggendaria Audi 90 quattro IMSA GTO, spoiler dedicato, portellone ed estrattore dal design inedito

Al design straordinariamente muscolare di Audi RS 6 Avant GT contribuiscono gli inserti alle minigonne e le calotte dei retrovisori laterali in carbonio lucido così come i cerchi in lega da 22 pollici a 6 razze dal look specifico. Al retrotreno spiccano la denominazione modello in nero “RS 6 GT”, il portellone ridisegnato – la soglia di carico è sensibilmente più bassa rispetto al modello standard – e l’estrattore dal layout inedito: il riflettore centrale enfatizza ulteriormente l’impronta a terra dell’auto. Il generoso spoiler favorisce la deportanza e al tempo stesso caratterizza marcatamente lo stile della vettura. Per la prima volta nella storia di Audi RS 6 Avant, non sono presenti le barre al tetto.

Audi RS 6 Avant GT: la galleria fotografica

Le decal dedicate sono proposte in due varianti. In abbinamento alla verniciatura bianco Arkona, le pellicole adesive richiamano i colori tradizionali Audi Sport, ovvero nero, grigio e rosso. Tinte peraltro riprese dai badge modello e che evocano la livrea della citata racing car Audi 90 quattro IMSA GTO del 1989. In questa configurazione i cerchi in lega sono in bianco lucido. In alternativa, le decal sono disponibili in nero e grigio e si abbinano alle tinte esterne grigio Nardo o nero Mythos. In tal caso i cerchi in lega sono in nero lucido o nero opaco. Finitura total black anche per gli anelli Audi e la denominazione modello.

Leggi anche:  Idee per viaggi estivi: ecco 40 destinazioni in Europa

Audi RS 6 Avant GT è proposta nei colori carrozzeria bianco Arkona, grigio Nardo, grigio Chronos metallizzato, marrone Madeira metallizzato e nero Mythos metallizzato.

Audi RS 6 Avant GT si avvale di serie del Pacchetto design RS plus. Gli interni, dal look nero dominante, sono impreziositi da accenni di colore nell’esclusiva combinazione rosso e rame, ad esempio per le cuciture in corrispondenza della corona del volante, dei fianchetti della console, dei braccioli e dei tappetini. Questi ultimi corredati della scritta “RS 6 GT”. Analoga combinazione cromatica per i rivestimenti in pelle e microfibra Dinamica dei sedili a guscio RS, forti della struttura in carbonio e del badge “RS 6 GT” alla base dei poggiatesta. Nello specifico, le impunture a nido d’ape nella sezione centrale delle sedute sono in rosso Express, mentre quelle lungo i fianchetti sono color rame.

Braccioli, plancia, console e pannelli porta sono rivestiti in microfibra Dinamica nera, mentre gli inserti in abitacolo sono disponibili in nero lucido oppure, in opzione, in carbonio twill con fibre dal look intrecciato. Ad alto impatto visivo anche le cinture di sicurezza, contraddistinte dalla finitura rosso cremisi. La console, infine, riporta il numero progressivo della vettura, dato che Audi RS 6 Avant GT è realizzata in serie limitata a 660 esemplari.

Audi RS 6 Avant GT: da 0 a 200 km/h in 11,5 secondi e velocità massima di 305 km/h

Audi RS 6 Avant GT condivide base meccanica e plus tecnici con Audi RS 6 Avant performance: può pertanto contare su di una potenza massima di 630 CV e una coppia di 850 Nm. Ne consegue, complice l’alleggerimento di 40 kg rispetto al modello standard e di 15 kg rispetto alla variante performance, uno scatto da 0 a 100 km/h in 3,3 secondi. Un tempo più rapido di un decimo se confrontato con Audi RS 6 Avant performance e di 3 decimi se paragonato ad Audi RS 6 Avant. Non meno rilevanti il passaggio da 0 a 200 km/h in 11,5 secondi e la velocità massima di 305 km/h.

Dotazione tecnica al top: V8 4.0 TFSI biturbo da 630 CV e 850 Nm, cambio tiptronic e differenziale centrale autobloccante evoluti, ammortizzatori a ghiera regolabili, differenziale posteriore sportivo dalla taratura specifica, freni carboceramici, sterzo integrale dinamico, impianto di scarico RS e sedili a guscio in carbonio

Il cambio automatico tiptronic a otto rapporti, forte – analogamente alla variante performance – d’innesti più rapidi rispetto ad Audi RS 6 Avant standard, si avvale della funzione launch control e lavora in abbinamento al V8 4.0 TFSI biturbo e alla trazione integrale permanente quattro. In condizioni di marcia ordinarie, il differenziale centrale autobloccante ripartisce la coppia secondo il rapporto 40:60 tra avantreno e retrotreno. In caso di perdite d’aderenza, la maggior parte della spinta viene trasferita verso l’assale che garantisce una superiore trazione: in funzione delle condizioni di guida, fino a un massimo del 70% all’avantreno e fino all’85% al retrotreno. Il differenziale centrale autobloccante dedicato ad Audi RS 6 Avant GT condivide con la variante performance dimensioni più compatte rispetto a quanto previsto per il modello standard, a vantaggio della leggerezza e della rapidità nella distribuzione della spinta. Costituisce invece un’esclusiva dell’edizione a tiratura limitata GT il differenziale posteriore sportivo dalla taratura dedicata. Questi integra la trazione quattro e distribuisce attivamente la coppia tra le ruote del medesimo asse, a vantaggio del contenimento del sottosterzo, dell’agilità dell’auto e di una tendenza al sovrasterzo mai così marcata.

Leggi anche:  Nuova Classe G: la GELÄNDEWAGEN, un simbolo nato nel 1979 - VIDEO e GALLERY

Per la prima volta nella storia del modello, le sospensioni si avvalgono di ammortizzatori a ghiera regolabili manualmente. L’altezza da terra della vettura si riduce di 10 mm rispetto al resto della gamma RS 6. Il maggior precarico delle molle, peraltro dal setting hard, la possibilità di regolare gli ammortizzatori in base a tre diverse tarature e barre antirollio più rigide (+30% all’avantreno e +80% al retrotreno) favoriscono le prestazioni nella guida al limite. Sino ad oggi, Audi RS 6 Avant poteva essere dotata, in alternativa alle sospensioni pneumatiche di serie, dell’assetto sportivo RS plus con Dynamic Ride Control (DRC). Sistema che, grazie alla compensazione idraulica di rollio e beccheggio, contrasta in modo eccezionalmente rapido tanto il coricamento laterale quanto le alterazioni longitudinali nell’assetto. Una soluzione raffinata cui ora, grazie ad Audi RS 6 Avant GT, si affianca un setup ancora più estremo. A richiesta del Cliente, in ogni caso, anche la GT può adottare l’assetto sportivo RS plus con Dynamic Ride Control (DRC).

Completano la raffinata dotazione tecnica lo sterzo integrale dinamico, l’impianto di scarico RS, i proiettori a LED Audi Matrix HD con spot laser, i pneumatici ad alte prestazioni Continental SportContact 7 nella misura 285/30, garanti di una riduzione di ben due metri dello spazio d’arresto da 100 km/h, e i freni carboceramici con dischi anteriori da 440 mm di diametro sui quali agiscono pinze a 10 pistoncini.

Leggi anche:  Maserati MC20 Club Italia: tributo al Tridente

Oltre 40 esemplari di Audi RS 6 Avant GT destinati all’Italia

Audi RS 6 Avant GT, diversamente dal modello standard, non viene prodotta integralmente a Neckarsulm: terminato l’assemblaggio di scocca e carrozzeria, verniciatura inclusa, la vettura viene trasferita per essere completata presso il sito d’eccellenza certificato carbon neutral Böllinger Höfe, “culla” della supercar Audi R8 e della Granturismo elettrica Audi e-tron GT. La finitura di Audi RS 6 Avant GT è affidata a un team di 7 specialisti che attraverso tre stazioni in linea dedica un’intera giornata di lavoro a ciascuno dei 660 esemplari.

Audi RS 6 Avant GT raggiungerà l’Italia nel corso del secondo trimestre 2024 con prezzi a partire da 246.000 euro.